Durante il lockdown da coronavirus ho scoperto questo sito meraviglioso che è 3 PULSE.

Permette di creare delle mappe personalizzate, sia per i viaggi già fatti, che per quelli da programmare. Ammetto candidamente di averci passato un pomeriggio intero, inserendo le città che ho visitato, quelle da visitare, le cose che più mi sono piaciute.

Come si usa 3 pulse travel map

3 pulse travel map

Innanzitutto, occorre iscriversi con un indirizzo email o loggarsi con facebook, dopodiché è tutto molto intuitivo. Cosa si vuol fare? Inserire le città che abbiamo visitato, per vedere quanto bene si conosce un paese? Si può iniziare partendo da un continente e scegliendo un paese che abbiamo visitato. Da lì, ci vengono indicate una serie di città o luoghi famosi di quel paese.

Basta spuntare l’elenco, cercarne altri (digitando il nome nello spazio per la ricerca) e il gioco è fatto. Possiamo passare a un altro paese!

Alla fine, una volta inseriti tutto quello che abbiamo visitato, salviamo la mappa e il gioco è iniziato. A questo punto si possono inserire le nostre foto dei posti visti, fare una wish list di quelli da visitare, con tanto di data di inizio del viaggio se è già in programma, oppure (la mia preferita) inserire un piccolo diario di viaggio, nella sezione blog.

Si possono fare delle domande ad altri viaggiatori, oppure rispondere a chi ci chiede qualcosa su luoghi da noi visitati. Si possono lasciare delle recensioni per aiutare gli altri utenti oppure partecipare a giochi del tipo “Quali delle città più romantiche del mondo hai visitato?”, oppure votare i migliori mercatini di Natale d’Europa.

Si possono paragonare gli stati del mondo, leggere resoconti di altri viaggiatori, controllare le destinazioni più popolari o guardare le foto di posti in cui vorremmo trovarci invece che – ahimè – davanti allo schermo di un pc.

Perché usare 3 pulse map

Perché usare 3pulse map? Sì, è utile per programmare, rivedere e confrontarsi ma soprattutto per me, soprattutto in questo periodo, mi aiuta ad alleviare il prurito sotto ai piedi che mi sta prendendo sempre più forte, alla sola idea che per il momento non si può neanche uscire di casa, figuriamoci prendere un aereo.

Questo post è stato scritto da:

Francesca

Francesca

La capa, dalla cui mente è nato Chicks and Trips. Senese di nascita, europea per vocazione, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza e poi l'ha appesa al chiodo sopra la televisione, tanto le stampe come complemento d'arredo vanno di moda. Passa il suo tempo a scrivere atti più o meno pubblici, fare foto e pettinare gatti. Se dovesse andare a Hong Kong, sceglierebbe un volo con scalo a Londra e un tempo di attesa di un paio di giorni, pur di farsi un giro nella città della Regina. Sogna di vincere alla lotteria e passare il resto della vita in un appartamento con camino a Mayfair. Autrice de "I Cassiopei (biografie non autorizzate) e "Storia di Biagio".

Aggiornato il

error: Questo contenuto è protetto. Puoi chiedere il permesso all\'ADMIN