*Articolo sponsorizzato*

Siena e Firenze, due gioielli della Toscana.

Città d’arte, di storia e di turismo.

Tanto turismo, per fortuna! Distano pochissimo l’una dall’altra, a malapena 70 chilometri. Se vi trovate a visitare Siena, in poco più di un’ora potete trovarvi a Firenze, e lasciarvi incantare anche da questa.

Sono nata e vivo da sempre a Siena ma, per ragioni personali, da una ventina d’anni a questa parte, vado a Firenze almeno un paio di volte al mese, a volte anche di più.

Ho usato tutti i mezzi possibili e immaginabili, tranne la bicicletta. Quando faranno una pista ciclabile sulla Cassia, magari proverò anche quella.

I consigli che seguono, sono frutto di decine di viaggi, fatti a qualsiasi ora, in qualunque occasione.

Segreti di Siena

I mezzi per andare da Siena a Firenze

Ce ne sono diversi. Hanno tutti pro e contro.

Treno: i vantaggi del treno sono in genere tanti, rispetto al trasporto “su gomma”. I treni che portano da Siena a Firenze, durante la giornata, sono abbastanza numerosi, soprattutto per andare incontro ai tanti pendolari che viaggiano tra le due città.

Attenzione però: la linea ferroviaria è antiquata e i treni diretti sono pochi. In genere si deve cambiare a Empoli e vi assicuro che non è comodissimo.

Avete presente la cartina della Toscana? No? Prendetela. Ora tracciate una linea retta tra Siena e Firenze. E poi guardate dove si trova Empoli. Non c’è bisogno che dica altro, giusto?

I tempi di percorrenza variano dall’ora e quindici all’ora e 45, ritardi esclusi. Non esattamente un fulmine. Ha il vantaggio che, traffico o non traffico, il treno fa la sua strada ed è anche economico.

Carpooling: quella magica esperienza di aggregare due viaggiatori che vanno nella stessa direzione, quando solo uno di essi è dotato di mezzo proprio. Se avete la possibilità (e la voglia) di provare, oggi c’è un’offerta leggermente più ampia rispetto al passato, anche se Siena è una piccola città e il carpooling – ve lo dico da senese – si usa poco.

Auto propria: se non vi spaventa la cosiddetta “autopalio” e avete un mezzo proprio, la superstrada che collega Siena e Firenze può essere un’alternativa. Considerate però che a Firenze i parcheggi scarseggiano e, quelli che ci sono, sono molto costosi. L’auto è comoda solo se non dovete andare in centro, altrimenti è altamente sconsigliata.

Bus: la soluzione che vi consiglio, la migliore secondo me. Ha tanti vantaggi, rispetto ai mezzi che vi ho elencato prima. LEggete qui sotto.

da siena a firenze

Il bus è il mezzo migliore per andare da Siena a Firenze?

La risposta secondo me è sì, e vi spiego perché.

1) Durante i giorni lavorativi, ma anche quelli festivi, ci sono numerosissime corse. A tutte le ore e, in quelle di punta, le corse sono anche più frequenti.

Il capolinea a Siena è direttamente in centro, in Piazza Gramsci e raggiunge il centro a Firenze. La stazione dei bus a Firenze è di fianco alla stazione dei treni di Santa Maria Novella, dalla quale parte l’alta velocità. Se avete fretta ci sono compagnie di autobus che vi scaricano direttamente al capolinea della Tramvia T1 (a Scandicci per capirsi).

Da lì al centro (Santa Maria Novella) in tram sono 20 minuti, per arrivare all’Ospedale di Careggi (dall’altra parte della città!) sono 40 minuti. Niente traffico, siete sulle rotaie 😉 

Credetemi, sono tempi da record. In auto ci potreste impiegare anche 2 ore, nelle ore di punta, passando dalla stessa strada.

2) Se dovete andare in aeroporto a Peretola, al capolinea degli autobus a Santa Maria Novella troverete anche la fermata della nuova Tramvia T2, inaugurata pochi giorni fa (febbraio 2019).

Il progetto faraonico dell’amministrazione fiorentina che ha l’ambizione (speriamo!), di sconfiggere il traffico nelle direttrici principali, arriva direttamente in aeroporto.

3) Il tempo è denaro, si sa. E il tempo di percorrenza tra Siena e Firenze in bus è di un’ora se vi fermate al capolinea della linea T1 e di un’ora e 15 minuti (nell’ora di punta qualche minuto in più) da capolinea a capolinea.

Vi sembra tanto, per fare 70 chilometri? Se la risposta è sì, è perché non siete mai stati a Siena o a Firenze nelle ore di punta.

Ah, le antiche città italiane!

Belle, con le viuzze strette, fatte per le carrozze e i cavalli decine di secoli fa. Che con il traffico di oggi, diventano un vero e proprio inferno.

4) Altro vantaggio del bus: a Firenze, i bus hanno le corsie preferenziali e vi salvano da un bel po’ di fila.

5) Ultima cosa: il costo. Più economico del treno, dell’auto e anche del carpooling. E non ci sono problemi di parcheggio!

Vi ho convinto?

Andate sul sito di virail (un motore di ricerca, un aggregatore che trova e compara i mezzi per spostarsi tra due città: aereo, treno, autobus e carpooling) e cercate qual è il mezzo migliore per le vostre esigenze.

Troverete tutto quello di cui vi ho parlato sopra e magari anche qualcosa in più.

*****************************

Ti è piaciuto? Pinnalo!

Siena a Firenze

Questo post è stato scritto da:

Francesca

Francesca

La capa, dalla cui mente è nato Chicks and Trips. Senese di nascita, europea per vocazione, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza e poi l'ha appesa al chiodo sopra la televisione, tanto le stampe come complemento d'arredo vanno di moda. Passa il suo tempo a scrivere atti più o meno pubblici, fare foto e cadere da cavallo. Se dovesse andare a Hong Kong, sceglierebbe un volo con scalo a Londra e un tempo di attesa di un paio di giorni, pur di farsi un giro nella città della Regina. Sogna di vincere alla lotteria e passare il resto della vita in un appartamento con camino a Mayfair. Autrice de "I Cassiopei (biografie non autorizzate).