Chi mi conosce sa che ho un debole per i conigli. Non a caso una deliziosa coniglia nana è padrona incontrastata di casa nostra. Se mi capita di vedere un coniglio, io vado in brodo di giuggiole.

Quando li abbiamo visti davanti al rifugio Pederü in Trentino Alto Adige mi è sembrato quasi naturale visto che ci trovavamo esattamente nel loro ambiente e questo nonostante in quel caso fossero decisamente troppo sfacciati per la loro nota timidezza.

Quando li abbiamo visti nel giardino sotto il nostro albergo ad Ottawa sono rimasta così sorpresa che non ho nemmeno fatto in tempo a pensare di scattare una foto. Invece nelle città canadesi pare che i conigli siano, insieme alle marmotte, inquilini frequentissimi.

Sarà che lì la natura è così presente ovunque che mi è sembrato comprensibile.

Ci sono però degli incontri che lasciano decisamente il segno.

Conigli all’Hôtel des Invalides, Parigi

Un paio di anni fa passeggiando per Parigi ci siamo fermati davanti all’Hôtel des Invalides a scattare qualche foto.

Zona centralissima, traffico abbondante e automobili anche dentro il giardino antistante il complesso barocco. Ad un certo punto nel prato vediamo un veloce movimento e il primo pensiero è che si tratti di uno scoiattolo.

Hôtel national des Invalides

Il tempo di aggirare l’albero e… sorpresa!

Coniglio selvatico all'Hôtel national des Invalides

Coniglio selvatico all'Hôtel national des Invalides

A quanto pare, infatti, il giardino dell’Hôtel è diventato il quartier generale di un nutrito gruppo di conigli selvatici che se ne vanno in giro tra turisti curiosi e mezzi di servizio senza il minimo imbarazzo.

Ovviamente ho costretto tutti ad una sosta prolungata per godermi i loro musi buffi che spuntavano da sotto gli alberelli e guardarli mentre si ricorrevano beati sull’erba come se si fossero trovati in alta montagna e non nel pieno centro della Ville Lumière.

Se passate per Parigi, fermatevi a salutarli!

Vi regaleranno sorrisi che vi resteranno nel cuore e ripartirete più carichi alla scoperta delle meraviglie della città.

*******************

Ti è piaciuto? Pinnalo!

Hôtel des Invalides conigli parigi

Questo post è stato scritto da:

FrancescaGi

FrancescaGi

Romana di nascita, sabina di azione, mamma di cuore. I suoi viaggi sono un mix tra il suo animo cittadino e l’amore incondizionato per la natura della mezza mela con cui condivide la vita. “Alla fine però sono venuti dei bei mix”, assicura lei. Chissà se la pensa così anche Luna, la coniglia nana più viziata del mondo, che li attende con pazienza a casa ogni volta. Anche se di fatto è un avvocato, Francesca dice di non avere ben chiaro cosa vuole fare da grande, ma sarà bene che lo capisca in fretta perché suo figlio di 3 anni le ha chiesto come regalo una Ducati Panigale!