In Scozia, sull’Isola di Skye (siamo in piene Highlands) c’è un luogo davvero incantato dove si trovano quelle che sono chiamate le Cascate delle Fate o, in inglese, Fairy Pools (che in realtà vuol dire Piscine delle Fate – ma sempre acqua è).

Dopo aver visto per anni le foto su internet, finalmente è il mio turno di andare a vedere.

Cascate delle Fate Fairy Pools Scozia

Le Fairy Pools: dove sono, cosa sono.

Non è facile trovarle, ma un po’ aiutati dal navigatore, un po’ dalle indicazioni stradali e un po’ dall’istinto, riusciamo a parcheggiare nel posto giusto e incamminarci per raggiungere queste famose cascate.

C’è tanta gente che attraversa come noi prati verdi; tanti sono, come noi, scarsamente attrezzati per camminare nel prato fangoso (dopo tutto siamo in Scozia e, come si sa, piove).

E come noi, pochi (anzi nessuno) sono preparati ad affrontare i famigerati e malefici “midgets” scozzesi: moscerini assetati di sangue che si posano ovunque anche sul viso, sulle mani, senza ritegno. E mordono, i maledetti.

Dopo pochi minuti di cammino, riusciamo a vedere le prime Cascate delle fate.

Cascate delle Fate Fairy Pools Scozia

Sono formate da un piccolo ruscello che, scendendo verso valle dalla montagna, forma decine di piccole cascatelle e tantissime piscine naturali, le pools.

Il nome Fairy Pools, leggo dalla guida, deriva dal fatto che le cascate sono così belle che le fate le avrebbero scelte per le loro abluzioni.

Durante la mia visita non ne vedo neanche una… sarà per il tempo grigio.

Cascate delle Fate Fairy Pools Scozia

Pare che con il sole si riesca meglio ad apprezzare i colori delle rocce che rendono magico questo posto, ma anche con il tempo scozzese che incontriamo nella nostra visita, lo spettacolo è affascinante.

Non ho mai visto un posto come questo, scatto decine di foto sperando che, per la legge dei grandi numeri, una o due riescano a dare l’idea dell’aura magica che hanno le Cascate delle Fate.

E’ luglio inoltrato e le bollenti e inusuali temperature dei giorni scorsi hanno scaldato l’aria talmente tanto che alcuni ragazzi americani decidono di buttarsi e fare il bagno.

Cascate delle Fate Fairy Pools Scozia

Incoraggiata dal fatto che nessuno di loro cada morto stecchito, mi tolgo anche io le scarpe e metto i piedi a mollo… diciamo che ancora ho tutti e dieci i diti e non è poco.

Cascate delle Fate Fairy Pools Scozia

Chiaramente non mi accontento, voglio vedere dove le Cascate delle fate hanno origine, lì, ai piedi di quella vicinissima montagnola.

Dopo un’ora di cammino gli altri turisti sono tutti spariti e la montagnola non è certo più vicina di un’ora fa… anzi.

Cascate delle Fate Fairy Pools Scozia

Nuvole basse minacciano pioggia e gli infami moscerini si fanno più aggressivi e assetati che mai.

Rinunciamo all’impresa e percorriamo a ritroso il cammino, entrando in auto mentre le prime gocce di pioggia iniziano a cadere.

Cascate delle Fate Fairy Pools Scozia

Cascate delle Fate Fairy Pools Scozia

Cascate delle Fate Fairy Pools Scozia

**************

In Scozia i posti magici come questo non mancano di certo: leggete l’articolo di Francesca sull’Old Man o’ Storr oppure cliccate qui per leggere dell‘itinierario di 11 giorni in Scozia.

********************

Ti è piaciuto? Pinnalo!

Questo post è stato scritto da:

Francesca

Francesca

La capa, dalla cui mente è nato Chicks and Trips. Senese di nascita, europea per vocazione, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza e poi l'ha appesa al chiodo sopra la televisione, tanto le stampe come complemento d'arredo vanno di moda. Passa il suo tempo a scrivere atti più o meno pubblici, fare foto e pettinare gatti. Se dovesse andare a Hong Kong, sceglierebbe un volo con scalo a Londra e un tempo di attesa di un paio di giorni, pur di farsi un giro nella città della Regina. Sogna di vincere alla lotteria e passare il resto della vita in un appartamento con camino a Mayfair. Autrice de "I Cassiopei (biografie non autorizzate) e "Storia di Biagio".

Aggiornato il

error: Questo contenuto è protetto. Puoi chiedere il permesso all\'ADMIN