Kiruna è stata la nostra prima tappa del viaggio verso Capo Nord.

Si tratta della città più a nord della Svezia ed è lungo questo tragitto che abbiamo fatto il nostro primo, indimenticabile, incontro con le renne.

IMG_3222

IMG_3246

IMG_3250

Kiruna ha grandi attrazioni invernali. E’ famosa per l’Ice hotel, l’hotel interamente in ghiaccio che viene ricostruito ogni anno e si scioglie a primavera.

Poche curiosità sull’Ice Hotel

Sostanzialmente si paga per soffrire il freddo in un luogo decisamente cool. Si dorme a meno 5 gradi  (!?!), vestiti e sotto pelli di renna.

Se durante la notte si dovesse avere necessità del bagno (e vista la temperatura non lo escluderei), è necessario uscire dalla stanza e recarsi nel complesso centrale in legno, l’unico dotato di servizi.

Avendola visitata d’estate, non ho avuto nemmeno la tentazione di fare questa follia. Buon per me!

Torniamo a Kiruna

D’estate le attrazioni sono davvero poche. La città è nata come dormitorio per i minatori della più grande miniera di ferro del mondo. Dopo le 17 la città è deserta.

IMG_0004

Deserta non è un modo di dire…

kiruna

Ma i negozi carini non mancano 🙂

Vista dalla finestra dell’hotel, la struttura della miniera appare persino più grande del paese stesso. All’interno del centro informazioni (deserto anch’esso) è possibile vedere in un plastico come la miniera si sviluppi sotto Kiruna sino ad una profondità di 1.045 metri.

Il colpo d’occhio è impressionante.

IMG_0008

IMG_0009

Il fermento intorno all’area non cessa nemmeno la notte. Treni in arrivo e in partenza, camion, luci accese, attività instancabile.

D’altra parte la miniera, gestita dalla LKAB, rappresenta non solo la risorsa principale per Kiruna, ma anche una delle più importanti per la Svezia.

IMG_0020

Kiruna

IMG_0033

Forse è per questo che gli svedesi non hanno battuto ciglio quando la LKAB ha avanzato l’ipotesi di spostare la città. Non è una battuta.

Gli scavi nella miniera devono essere allargati ad una nuova area che per la sua vicinanza alle case potrebbe lederne la stabilità.

La LKAB ha, quindi, presentato un progetto per spostare le costruzioni interessate di circa 3km, facendosi carico di tutte le spese e impegnandosi a smontare e ricostruire gli edifici storici (non molti per la verità).

Per ora il progetto è solo su carta, ma anche il solo pensiero, nonché il fatto che i cittadini di Kiruna lo trovino perfettamente ragionevole, mi ha lasciata senza parole!

*********************************************************

Se avete in programma un viaggio a Capo Nord, leggete qui l’articolo di FrancescaGi.

Salva

Salva

Questo post è stato scritto da:

FrancescaGi

FrancescaGi

Romana di nascita, sabina di azione, mamma di cuore. I suoi viaggi sono un mix tra il suo animo cittadino e l’amore incondizionato per la natura della mezza mela con cui condivide la vita. “Alla fine però sono venuti dei bei mix”, assicura lei. Chissà se la pensa così anche Luna, la coniglia nana più viziata del mondo, che li attende con pazienza a casa ogni volta. Anche se di fatto è un avvocato, Francesca dice di non avere ben chiaro cosa vuole fare da grande, ma sarà bene che lo capisca in fretta perché suo figlio di 2 anni le ha chiesto come regalo una Ducati Panigale!
error: Questo contenuto è protetto. Puoi chiedere il permesso all\'ADMIN