Il viaggio della vita. Cos’è?

Strappati alla loro terra, persi nel mondo, costretti a fuggire da mostri che non comprendono.

5 libri che raccontano altrettante storie, 5 piccoli protagonisti in lotta per il viaggio della vita.

Ci sono bambini che nascono nel posto sbagliato o nel momento sbagliato. O tutti e due. Bambini che nella loro breve esistenza hanno conosciuto solo la violenza e che non comprendono l’amore. 

E poi ci sono bambini che hanno conosciuto solo l’amore e non riescono a comprendere la violenza, ma si trovano lo stesso a farci i conti. 

5 storie con un unico filo conduttore. 

Sono cinque viaggi della vita, fatti da cinque piccoli protagonisti. 

Viaggi per salvare se stessi. La loro casa che si trasforma in una pericolosa trappola. Scappare, fuggire, non si sa dove. Attraversare luoghi infinitamente belli, che diventano mortali per coloro che non hanno gli strumenti per capirli e proteggersi dai pericoli. 

Saroo, perso nelle strade del mondo

La lunga strada per tornare a casa – Saroo Brierley  viaggio della vita

Saroo è un bambino indiano, che si allontana nelle strade di Calcutta, lontano duemila chilometri da casa. Si perde per le strade infinite dell’India.

Dimenticherà tutto della sua vita e ne inizierà una nuova, dopo essere passato indenne da mille pericoli, senza neanche esserne cosciente. 

Ma il passato non lo abbandonerà mai e, alla fine, troverà la strada di casa.

Quella di Saroo è una storia vera, che lui racconta in questo emozionante libro in prima persona. Racconta di un’India sconfinata, familiare ma estranea a un bambino che si trova catapultato in una delle metropoli più popolose e pericolose al mondo, Calcutta. 

Saroo racconta la sua storia come l’ha vissuta, con gli occhi di un bambino. Riconosce con un istinto quasi animalesco i pericoli, senza sapere cosa siano.  Ci sono passaggi del libro che fanno venire i brividi.

È una storia a tratti “epica”, eppure molto commovente.  Ne hanno tratto un film, “Lion” con Nicole Kidman, che non ho visto.

Ma il libro, lo consiglio tantissimo. 


Marie-Laure, in fuga dalla guerra

Tutta la luce che non vediamo – Antony Doerr  viaggio della vita

Marie-Laure ha sei anni quando le diagnosticano una malattia degenerativa agli occhi. Rimane cieca nel periodo più buio della storia dell’umanità, nella Francia occupata dai nazisti. 

Il padre di Marie-Laure, un sovrintendente museale, un uomo colto e intelligente, decide di portarla via da Parigi, per il terrore dei bombardamenti.  La nasconde con sé in un posto sicuro, lontano dalla guerra. O almeno, così crede.

Resteranno invischiati un una Saint-Malo ben lontana dagli splendori odierni, una Normandia che si trasformerà in una trappola mortale per chiunque, anche i loro nemici.

Anche quella di Marie Laure è una storia commovente, straziante ma piena di speranza e di bellezza. Luoghi devastati dalla cattiveria umana, la cui sfolgorante bellezza rimarrà intatta, nonostante tutto. 

 

 


David, alla ricerca di se stesso

I am David – Ann Holm viaggio della vita

Poi c’è David, cresciuto nel posto più pericoloso al mondo per un bambino ebreo: un campo di concentramento.

Non sa chi sia, non sa perché è lì, sa solo che gli viene data la possibilità di scappare e non se la lascia sfuggire. 

Attraverserà l’Europa distrutta dall’odio e dal razzismo per arrivare in Danimarca, l’unico posto di cui ha memoria, l’unico posto in cui crede che troverà finalmente qualcuno che lo riconosca. 

La storia di David è commovente e al tempo stesso terrorizza. Ne è stato tratto un film “I am David” con Jim Caviezel, che non ho visto. 

Il libro è da leggere assolutamente.

 

 

 


Pi, il viaggio fantastico

Vita di Pi – Yann Martel viaggio della vita

E poi c’è Pi, che dalla sua India naufraga con il compagno di avventure più pericoloso che si possa immaginare.

Una tigre del bengala.

Pi e il suo amico Richard Parker rischieranno la vita, cercheranno di uccidersi a vicenda e affronteranno il viaggio più pericoloso al mondo.

L’oceano, su una zattera di salvataggio.

Tra i 5 libri, questo è il più inverosimile, ma l’ho adorato lo stesso. Quella di Pi con Richard Parker è un’amicizia stretta e impossibile, legata alla sopravvivenza e alla solitudine.

Anche da questo libro è stato tratto un film “Vita di Pi” della premio Oscar Ang Lee, che al solito non ho visto. 

 

 


Enaiatollah, il viaggio verso la sua America

Nel mare ci sono i coccodrilli – Fabio Geda viaggio della vita

E infine c’è lui, Enaiatollah, che mi ha strappato il cuore.

Come quella di Saroo è una storia vera, raccontata da chi l’ha vissuta. 

Enaiatollah è un bambino afghano di circa 10 anni, nell’Afghanistan pre 11 settembre.

Un Afghanistan popolato da talebani pericolosi, che non rispettano chi è diverso da loro.

Come estremo gesto d’amore, Ena sarà abbandonato dalla madre in un villaggio del Pakistan, solo.

Affronterà un viaggio pericoloso e faticoso, incontrerà persone che lo sfrutteranno e si approfitteranno di lui.

Al suo fianco amici disperati che, con lui, intraprenderanno un cammino costellato di pericoli infiniti.

Fino ad arrivare in Italia, la sua America. Da leggere con un pacchetto di Kleenex accanto.          

*************************************************

Cerchi dei libri da leggere? Clicca qui!

**************************************************

Ti è piaciuto? Pinnalo!

viaggio della vita

Questo post è stato scritto da:

Francesca

Francesca

La capa, dalla cui mente è nato Chicks and Trips. Senese di nascita, europea per vocazione, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza e poi l'ha appesa al chiodo sopra la televisione, tanto le stampe come complemento d'arredo vanno di moda. Passa il suo tempo a scrivere atti più o meno pubblici, fare foto e cadere da cavallo. Se dovesse andare a Hong Kong, sceglierebbe un volo con scalo a Londra e un tempo di attesa di un paio di giorni, pur di farsi un giro nella città della Regina. Sogna di vincere alla lotteria e passare il resto della vita in un appartamento con camino a Mayfair. Autrice de "I Cassiopei (biografie non autorizzate) e di "Storia di Biagio".