Viaggiare è bello, ma può mettere i capelli a dura prova.

Puoi andare dal parrucchiere i giorni prima di partire, tagliere la chioma in maniera “tattica”, fare decine di maschere nelle settimane precedenti alla partenza per ammorbidire le lunghezze e sperare che vada tutto bene.
Ma niente, niente funzionerà di fronte ai maledetti asciugacapelli degli alberghi.
Quelle macchinette infernali bianche, attaccate al muro, che sparano aria tiepida con la forza di un rutto di gatto e con le quali per asciugarti i capelli impieghi da un giorno a tutta la vacanza.

E comunque, una volta riuscite nell’intento, lo Spaventapasseri del Mago di Oz sembrerà più pettinato di voi.
In vacanza i miei capelli non hanno pace.

Una volta ero ad Atene e, presa dalla disperazione più profonda nel vedermi perennemente “struffata” (= “con i capelli in disordine” per chi legge da fuori Siena), andai dal parrucchiere. Inviai pure una foto alle mie amiche le quali, inorridite, risposero: NOOOO! DAL PARRUCCHIERE GRECO NOOOO!!!

Ma non sono solo gli infernali phon dell’albergo a darmi l’aspetto da scappata di casa. Anche il freddo o l’aria condizionata dell’aereo, o i maledetti shampoo che si trovano nei kit di cortesia.

Ecco, parliamone, anche di quelli.

Secondo me sono detersivi per automobili, allungati e profumati perché non se ne riconosca l’odore. E ribadiamo poi il fatto che ancora oggi, la maggior parte degli hotel, non offre a noi povere femminucce dai capelli secchi il balsamo.

Direte voi: portateli da casa, barbona.
Rispondo io: lo faccio, da quando ho scoperto gli shampoo solidi di Lush (non il balsamo solido, quello è davvero inutile!). Ma per quanto possa idratare la chioma durante il lavaggio, il momento dell’asciugatura vanifica tutto.
No, non mi posso portare il mio asciugacapelli da casa perché è grande come una scrivania e pesa come una balena.

Non disperate, tutta questa lagnanza per annunciarvi che la mia amica e collega FrancescaGi mi ha offerto la soluzione che condividerò con voi: il MAGIC ARGANOIL ABSOLUTE OIL DI NOOK.

Tra l’altro, le dimiensioni ridottissime della boccetta, 30ml, lo rendono perfetto per i viaggi in aereo, come vi spiego più avanti.

Premetto che questo non è un post sponsorizzato e che nessuno mi ha pagata per scriverlo.

MAGIC ARGANOIL ABSOLUTE OIL DI NOOK: cos’è?

Il Magic Arganoil Absolute Oil è un olio idratante, ideato da NOOK, un’azienda italiana che produce i suoi prodotti esclusivamente in Italia e che si ispira alla natura.

Usa solo olio di Argan biocertificato e altri olii naturali che ammorbiniscono ed esaltano la luce dei capelli.
L’olio (che non unge!) è contenuto in un barattolino piccolo piccolo ed è una specie di pozione magica. Non esagero, per i miei capelli secchi, non c’è niente che abbia mai agito meglio e così in fretta.
La sostanza è oleosa (bella forza: si chiama OLTIO) e densa: ne bastano tre gocce per idratare i capelli, anche quelli super secchi, come i miei.

Come si usa il Magic Arganoil Absolute Oil di Nook?

magic arganoil absolute oil nook

Fracchia, la mia valida assistente, che mostra fiera il prodotto. No, lei ci tiene a far sapere che non ha bisogno di olii magici.

Si può usare sia sui capelli bagnati, che su quelli asciutti.

Il secondo metodo è quello che uso io e che preferisco in assoluto. In poche passate, mi trasforma da Maga Magò a Raperonzolo. Parto sempre con due gocce, se non sono sufficienti (per esempio, in inverno non lo sono), ne metto altre due.
Verso sul palmo della mano il prodotto e poi passo le mani tra i capelli, lavorandoli con le dita dalle lunghezze alle punte.
Mi focalizzo particolarmente su queste, perché in genere sono la parte più secca.

Bastano pochi secondi e la chioma non è solo morbida e priva di crespo, ma anche profumatissima.

La mia opinione e personale esperienza con il Magic argan oil di Nook

I miei capelli non sono mai stati così idratati, morbidi e luminosi, anche e soprattutto in viaggio.

La quantità da usare è così minima che, nonostante lo abbia comprato mesi fa, ho ancora tantissimo prodotto da utilizzare.
Inoltre, le dimensioni ridottissime della confezione e il costo contenuto, mi permettono davvero di portarlo ovunque, in barba alle limitazioni dei 1000 ml.

**************************************

Questo post NON è stato sponsorizzato da nessuno, riflette la mia opinione e la mia esperienza e sì, contiene dei link affiliati.

Ci servono per pagare lo spazio web.

**************************************

Ti è piaciuto? Salvalo su Pinterest!

Questo post è stato scritto da:

Francesca

Francesca

La capa, dalla cui mente è nato Chicks and Trips. Senese di nascita, europea per vocazione, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza e poi l'ha appesa al chiodo sopra la televisione, tanto le stampe come complemento d'arredo vanno di moda. Passa il suo tempo a scrivere atti più o meno pubblici, fare foto e pettinare gatti. Se dovesse andare a Hong Kong, sceglierebbe un volo con scalo a Londra e un tempo di attesa di un paio di giorni, pur di farsi un giro nella città della Regina. Sogna di vincere alla lotteria e passare il resto della vita in un appartamento con camino a Mayfair. Autrice de "I Cassiopei (biografie non autorizzate) e "Storia di Biagio".

error: Questo contenuto è protetto.