Se visto dalla spiaggia un atollo delle Maldive vi sembra un paradiso, basterà uno sguardo all’acqua per capire che il vero spettacolo è sotto.

mal6

Una vacanza alle Maldive vuol dire essenzialmente mare.

Anche i resort si orientano in tal senso, offrendo molte attività durante il giorno, mentre la sera si va a letto presto per essere carichi il giorno dopo.

Vi assicuro che i fondali sono così spettacolari che andreste anche a dormire con la maschera e il boccaglio: ogni atollo ha il suo tratto di barriera più o meno grande, quindi già senza spostamenti avrete la possibilità di riempirvi gli occhi di meraviglia.

mal1

mal2

Maldive

Maldive

Noi abbiamo cercato di sfruttare al meglio la settimana a nostra disposizione, partecipando a tutte le escursioni previste.

Questo ci ha dato modo di nuotare nelle barriere più popolose, fianco a fianco con le tartarughe e i coloratissimi pesci, e di provare ad inseguire un sogno: provare a vedere le mante.

Un incontro indimenticabile: la manta

Una mattina la barca ci ha portati a largo, nessun atollo in vista e solo acqua di un blu profondo. Prima di immergerci ci hanno avvisati che, anche in quell’incanto di mare, non sempre è possibile avvistare le mante facendo snorkeling (prima o poi ci decideremo a fare quel benedetto corso da sub).

Tra l’altro noi non eravamo nel periodo dell’anno più favorevole, quindi io ero piuttosto scettica, ma mio marito voleva tentare a tutti i costi.

Dopo poco che eravamo in acqua mio marito mi ha indicato un piccolo gruppo di eagle ray a circa dieci metri di profondità.

In quel tratto di mare l’acqua era apparentemente torbida, perché ricca del plancton che le mante mangiano. Io ci ho messo una vita per capire dove stesse guardando ed avvistarle.

Ho pensato che anche se le mante fossero state così in profondità, le avrei viste a stento e, in tutta la mia pigrizia, mi sono chiesta se valesse la pena di fare quella mega nuotata in mare aperto e con la corrente.

Credo che anche mio marito la pensasse come me, tanto che mi ha ceduto la macchina fotografica subacquea che di solito custodisce gelosamente.

Ma è quando meno te lo aspetti che la natura ti sorprende.

manta1

manta2

manta3

Dal nulla è apparsa una magnifica manta. Con la coda rotta in chissà quale scontro, nuotava placida a bocca aperta per mangiare quanto più plancton possibile.

Guardarla era affascinante, sembrava volare nell’acqua con quelle lunghe ali, senza nessuno sforzo apparente, andava velocissima.

Due piccoli pesci remora sotto la sua pancia, protetti e curiosi. Vi garantisco che starle dietro, nonostante le pinne, è stata una vera impresa.

Il tempo di farle qualche foto ed è sparita nell’oceano, lasciandoci con gli occhi sgranati. Siamo tornati al nostro atollo stanchi ma veramente soddisfatti.

Maldive

* * *

Considerazioni a margine sulle Maldive

Tutto questo mi è tornato in mente sfogliando con mio figlio Focus Wild che dedicava un servizio a questi straordinari animali. Leggo con dispiacere che sono a rischio di estinzione.

Ovviamente la colpa è l’idiozia umana che ad un certo punto ha deciso di imputare chissà quali proprietà miracolose alle mandibole delle mante.

D’altra parte l’uomo sta riuscendo a rovinare anche l’incanto delle Maldive, con un’incuria raccapricciante proprio per il mare. I resort, ma anche gli stessi maldiviani, usano quell’acqua cristallina come discarica e non è raro nuotare e vedere sul fondo lattine, bottiglie, spazzatura di altro tipo.

Credo non ci sia niente di più triste che vedere l’uomo distruggere le meraviglie della natura.

Non sono una cattolica praticante, ma Papa Francesco ha detto una cosa che condivido pienamente: “Un crimine contro la natura è un crimine contro noi stessi e un peccato contro Dio” (qualunque sia l’idea di Dio che abbiamo).

Forse dovremmo ricordarlo di più.

*************************************************************************

Se stai preparando un viaggio alle Maldive, forse ti interessa leggere gli altri articoli scritti da FrancescaGi su queste splendide isole.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Questo post è stato scritto da:

FrancescaGi

FrancescaGi

Romana di nascita, sabina di azione, mamma di cuore. I suoi viaggi sono un mix tra il suo animo cittadino e l’amore incondizionato per la natura della mezza mela con cui condivide la vita. “Alla fine però sono venuti dei bei mix”, assicura lei. Chissà se la pensa così anche Luna, la coniglia nana più viziata del mondo, che li attende con pazienza a casa ogni volta. Anche se di fatto è un avvocato, Francesca dice di non avere ben chiaro cosa vuole fare da grande, ma sarà bene che lo capisca in fretta perché suo figlio di 2 anni le ha chiesto come regalo una Ducati Panigale!