Durante le vacanze natalizie ho deciso di concedermi una giornata da turista a Roma, con mio figlio cinquenne.

Passeggiando su via della Conciliazione, la nostra attenzione è stata catturata del Museo Leonardo Da Vinci Experience e ci siamo avvicinati per capire di cosa si trattasse.

Museo Leonardo Da Vinci Experience

Il Museo si presenta così:

“Una mostra unica al mondo con una collezione di 50 macchine inedite che finalmente si possono toccare e provare e le riproduzioni certificate dei 23 dipinti più celebri del Genio Toscano: da L’Ultima Cena a La Gioconda, capolavori riconosciuti realizzati a grandezza naturale con le procedure tipiche delle botteghe rinascimentali e l’uso degli stessi materiali (di 500 anni fa!) impiegati da Leonardo.”

leonardo experience roma

Il costo del biglietto è di 12 Euro, comprensivo di audioguida e i bambini fino a 6 anni non pagano.

Il personale è gentilissimo. Vista la curiosità che manifesta mio figlio nei confronti di Leonardo, ho deciso di entrare e vedere se la cosa potesse fare al caso suo.

Leonardo da Vinci Experience: vale la pena portare un bambino?

Nella nostra personale esperienza, direi proprio di sì. La possibilità di toccare le macchine per vederne il funzionamento è utilissima per un bambino.

Questa, insieme alla Mirror Room, è probabilmente la parte che mio figlio ha apprezzato di più. Vedere che “girare una manovella” può generare un certo tipo di movimento ha risvegliato la sua curiosità.

La sera ha raccontato con grande entusiasmo al papà di quando lui ha girato la manovella per azionare il martello meccanico e che quello, a un certo punto, abbia dato il colpo. Proprio grazie alla sua azion sulla manovella!

L’audio guida è fatta bene, fornisce informazioni chiare e approfondite (per quello che sono riuscita a sentire che, come capirete, non è tutto) ed è di facile utilizzo anche per un bambino.

Viene fornita una piantina plastificata del Museo ed è sufficiente puntare l’audio guida sull’opera che interessa per ascoltare le spiegazioni.

I quadri di Leonardo si trovano tutti insieme, cosa più unica che rara, l’audio guida fornisce per ognuno la corretta collocazione geografica e tutte le informazioni importanti a riguardo.

Questa è la parte su cui mio figlio, comprensibilmente, si è soffermato di meno.

Ha riconosciuto con grande interesse la Gioconda, l’Uomo Vitruviano e l’Annunciazione (perché avevamo visto da poco l’originale agli Uffizi).

La Dama con l’ermellino lo ha incuriosito, ma alla fine capisco che a 5 anni gli altri quadri siano per lui “un po’ tutti uguali”.

Svilupperà questa passione a tempo debito, intanto però mi piace che cominci a viverla.

La visita al Museo di  richiede circa un’ora, ma grazie alla possibilità di gestirla in autonomia è possibile abbreviarla (come abbiamo fatto noi) in base alla resistenza dei bambini.

Approfondire con un libro

Per caso, nella nostra recente visita Firenze, abbiamo comprato Leo, di Luisa Mattia (Autore), Alberto Nucci Angeli (Autore) e L. Terranera (Illustratore). https://www.amazon.it/Leo-Luisa-Mattia/dp/887874526X/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&keywords=leo+libro+bambini&qid=1578478203&sr=8-1

Il libro presenta in modo chiaro e dalla visuale di bambino la vita del genio Leonardo da Vinci.

Tornati a casa lo abbiamo letto insieme per approfondire e memorizzare le cose viste nella giornata.

Quello di unire esperienze vere alla lettura dei libri è un modo che adoro per far scoprire le cose a mio figlio e per scoprirle o riscoprirle a mia volta.

******************************

Ti è piaciuto? Pinnalo!

Questo post è stato scritto da:

FrancescaGi

FrancescaGi

Romana di nascita, sabina di azione, mamma di cuore. I suoi viaggi sono un mix tra il suo animo cittadino e l’amore incondizionato per la natura della mezza mela con cui condivide la vita. “Alla fine però sono venuti dei bei mix”, assicura lei. Chissà se la pensa così anche Luna, la coniglia nana più viziata del mondo, che li attende con pazienza a casa ogni volta. Anche se di fatto è un avvocato, Francesca dice di non avere ben chiaro cosa vuole fare da grande, ma sarà bene che lo capisca in fretta perché suo figlio di 5 anni le ha chiesto come regalo una Ducati Panigale!

Aggiornato il

error: Questo contenuto è protetto. Puoi chiedere il permesso all\'ADMIN