Quando ho proposto a mio marito, durante la nostra vacanza in Trentino Alto Adige, di lasciar perdere per un giorno le scarpinate in alta quota, affittare due bici e andare a Lienz con la ciclabile che parte da San Candido, lui mi ha guardata scettico chiedendo “Ma sei sicura di farcela?

Quello che non poteva sapere è che io mi ero già ampiamente documentata sul sito web della Val Pusteria, che vi consiglio caldamente perchè fatto molto bene.

Ci sono tutte le informazioni necessarie! Cliccate qui per vederlo.

ciclabile (2)

Pista ciclabile San Candido – Lienz

La ciclabile che parte da San Candido (Innichen per i tedeschi), infatti, è un percorso facilissimo, adatto a tutti, soprattutto alle famiglie (hanno biciclette per ogni esigenza).

Alla stazione si parcheggia l’auto e si noleggiano le bici. Poi non bisogna far altro che seguire per i successivi 42 km le indicazioni della ciclabile.

Il percorso è prevalentemente pianeggiante, ma con ampi tratti in discesa e quindi si arriva davvero con facilità e senza grande sforzo. Lungo il percorso ci sono luoghi in cui si può sostare e punti di supporto in caso di problemi con le biciclette. Si può anche fare incetta di wafer direttamente alla fabbrica della Loacker che affaccia proprio sulla ciclabile.

Ciclabile San Candido - Lienz

Ciclabile San Candido - Lienz

 

Ciclabile San Candido - Lienz

Ciclabile San Candido – Lienz

Si pedala beati avvolti da panorami magnifici, si costeggiano torrenti, ci si butta “in picchiata” in un bosco e alla fine si arriva a Lienz, dove si può lasciare la bicicletta in stazione e visitare a piacimento il centro della deliziosa cittadina austriaca.

Lienz

Lienz

Al momento di tornare alla base, basta un biglietto del treno (gli orari vi verranno consegnati al momento del noleggio della bici, perché nulla è lasciato al caso) e sarete riportati in tutta tranquillità alla vostra automobile.

E voi? Avete qualche bella ciclabile da consigliarci?

********************************

Ti è piaciuto? Pinnalo!

Questo post è stato scritto da:

FrancescaGi

FrancescaGi

Romana di nascita, sabina di azione, mamma di cuore. I suoi viaggi sono un mix tra il suo animo cittadino e l’amore incondizionato per la natura della mezza mela con cui condivide la vita. “Alla fine però sono venuti dei bei mix”, assicura lei. Chissà se la pensa così anche Luna, la coniglia nana più viziata del mondo, che li attende con pazienza a casa ogni volta. Anche se di fatto è un avvocato, Francesca dice di non avere ben chiaro cosa vuole fare da grande, ma sarà bene che lo capisca in fretta perché suo figlio di 3 anni le ha chiesto come regalo una Ducati Panigale!

error: Questo contenuto è protetto. Puoi chiedere il permesso all\'ADMIN