Se vi chiedessero qual è la capitale della California, sapreste rispondere?

No, non è una città famosa come San Francisco o Los Angeles. È la semi-sconosciuta Sacramento, la sesta città più grande dello stato.

Da San Francisco sono circa novanta miglia verso Nord-Ovest per arrivare a Sacramento, quindi ve la cavate con un’oretta e mezza di macchina.

E la prima impressione, quando arrivate, è di non essere più in California, ma magari in New England: poche palme, tanti simil-aceri.

Sacramento, California: cosa vedere

La prima tappa è ovviamente la loro versione della Casa Bianca, la California State Capitol.

Maestosa, ci abitava Schwarzenegger, circondata da un bellissimo parco verde in cui sdraiarsi a leggere e a farsi rubare il cibo dagli scoiattoli.

La Casa Bianca della California. Qui ci abitava Schwarzenegger.

Poi, come quasi tutte le città semi-sconosciute, arriva il momento in cui anche Sacramento riesce a stupirti.

Imbocchiamo questo sentiero…

To Old Sacramento...?

Usciamo da qui…

The American Dream of Old Sacramento

E siamo nell’Old Wild West.

Beh, con qualche contaminazione.

Old (and New) West in Sacramento!

La Old Sacramento è un villaggio del Vecchio West a tutti gli effetti, un quartiere ristrutturato negli anni ’60 e riportato alla vita come National Historic Landmark.

TUTTO è in stile vecchio west.

E dopo aver fatto acquisti inutili ma supercool con una mela caramellata fra le mani, il mio consiglio è: trovate ancora posto per una birra in un saloon e una funnel cake.

Magari all’ora del tramonto.

Tramonto su Old Sac

Tramonto su Old Sac

 

Questo post è stato scritto da:

Paola

Paola

Bergamasca di nascita, bolognese d'adozione, californiana per vocazione. Due lauree e un dottorato in Television Studies, si divide fra università, televisione e moda. Ma niente di serio, ci assicura: sotto sotto è sempre la stessa fangirl/geek che va in giro per il mondo a cercare le location di film e serie TV. Ha un grande amore: gli Stati Uniti. Leggenda narra che non si sia mai ripresa veramente dall'anno di studio alla Berkeley e che adesso pensi di essere mezza americana. Si scusa per la qualità delle foto, ma  rifiuta di farsi regalare una macchina fotografica vera perché ha sempre poco spazio in borsa.

error: Questo contenuto è protetto. Puoi chiedere il permesso all\'ADMIN