Vi è mai capitato di finire in overbooking? A noi sì ed io ho seriamente temuto per la salute di quell’adorabile ansioso che è mio marito.

Sostanzialmente le compagnie aeree vendono più biglietti dei posti realmente disponibili sull’aereo contando sul fatto che spesso in fase di check in si presentano meno passeggeri di quelli che hanno prenotato. In questo modo loro non rischiano di far partire voli mezzi vuoti che costituirebbero un costo secco per la compagnia. A volte però il giochetto non funziona.

Toronto - CN Tower

Toronto – CN Tower

Noi eravamo in Canada e di buon mattino ci siamo recati all’aeroporto di Toronto dove dovevamo prendere il volo delle 8.00 per Calgary.

Toronto

Toronto

Facciamo il check in ai pc, ma qualcosa non va per il verso giusto (o almeno così pensiamo noi poveri ingenui) e le nostre carte d’imbarco non vengono stampate. Riproviamo. Niente da fare. Chiediamo delucidazioni ad una sorridente hostess che ci comunica “Tutto ok, siete solo in overbooking! Se al momento dell’imbarco non si liberano posti su questo volo, prenderete uno dei prossimi“.

Mio marito trasecola. Io mi accomodo su una poltrona pensando che per Calgary c’è un volo ogni ora e che in giornata avremmo trovato il posto (solo dopo ho saputo che non è sempre così e in alcuni casi ti obbligano a prendere più voli interni facendo giri assurdi per compensare la mancanza di posti). Mio marito però non vuole saperne di perdere la giornata a Calgary e si mette alle calcagna dell’hostess al check in, lei è felice di condividere con lui le sue origini italiane e, mentre sfodera uno stentato italiano, mio marito le ringhia composto di trovarci due benedetti posti.

Nel frattempo arrivano altri passeggeri in overbooking e comincia una lotta serrata all’ultimo sedile. Una coloratissima signora giapponese sorride a mio marito, ormai prossimo all’isteria, e gli dice “se siamo fortunati magari finiamo in business!“. A questo punto mi sono sentita in dovere di intervenire per salvare l’ignara signora.

Il volo viene chiamato e spuntano fuori 3 posti disponibili: due per noi e uno per la signora giapponese. Tutti tristemente in economy, ma nessuno ha il coraggio di lamentarsi visto che lasciamo a terra ben 5 passeggeri.

Calgary

Calgary

Alle 11.30 siamo già in giro per Calgary a goderci il sole. L’ansia di mio marito, per una volta, è stata provvidenziale.

Calgary

Calgary