L’esperienza si fa sul campo. Dopo la mia vacanza in Lapponia, questo è quello che sento di consigliare a chi si accinge a fare un viaggio in questa splendida terra.

– NON SOTTOVALUTATE I KM DA PERCORRERE: se opterete per il noleggio di un’automobile, che è il modo migliore per visitare quest’ampia regione, non peccate d’ingenuità.

Quattrocento kilometri norvegesi/finlandesi non sono quattrocento kilometri di autostrada in Italia.

Le strade sono tenute benissimo, per carità, ma tra limiti di velocità, manutenzione stradale, bei paesaggi da fotografare, renne che attraversano impavide e curve, il tempo in automobile si moltiplicherà senza volerlo.

Tenetene conto per stabilire la vostra tabella di marcia.

Renne che attraversano impavide

Renne che attraversano impavide

– PARTITE SEMPRE CON IL PIENO: ci sono tratti di strada in cui per centinaia di kilometri non troverete un distributore a pagarlo oro (e per me rimane un mistero come facciamo quelli che vivono nelle case sparse che si incontrano nel percorso), quindi prima di partire è bene fare rifornimento.

Strani incontri lungo la strada...

Strani incontri lungo la strada…

– MUNITEVI DI CARTA DI CREDITO: In Norvegia (soprattutto), ma anche in Svezia e in Finlandia, la carta di credito è il mezzo di pagamento più diffuso, accettato anche per un semplice caffè.

Ci sono distributori di benzina in cui il rifornimento è consentito solo con carta di credito.

Partire senza, non è una buona idea. Nel caso tenete conto che in Svezia e in Norvegia i soldi si cambiano solo in posta e pochissimi esercizi commerciali accettano l’euro.

– MANGIARE SPENDENDO MENO: la Scandinavia è davvero cara come dicono.Un piatto unico a base di carne o pesce costa in media dai venti Euro in su.

Ci sono delle meraviglie gastronomiche che meritano di essere provate, ma noi abbiamo trovato anche due sistemi per risparmiare un po’ mangiando bene e tipico.

Salmon Soup

Salmon Soup

A pranzo molti locali offrono un buffet a prezzo fisso (8-12 euro circa). C’è un po’ di tutto, con vasti assortimenti di verdure e diverse opzioni per il secondo (renna, pesce, omelette,…), coperto, pane, the e caffè inclusi. Si mangia bene e non ci sono limiti di quantità.

I supermercati più grandi, poi, danno la possibilità di confezionare insalate self service: ci sono ciotole take away e insalata, frutta tagliata, cetrioli, verza, pomodori, olive, formaggio, pesce (di solito tonno e salmone), carne (pollo o polpette)…

Condimenti e posate in plastica sono a disposizione. Si paga in base al peso della confezione. Con 6 euro vi portate via una ciotola straripante e i luoghi all’aperto dove consumarla non vi mancheranno di certo!

Pic-nic serale ad Helsinki

Pic-nic serale ad Helsinki

– LA BALENA NO! In Norvegia molti locali offrono la balena nel menù. Essendo sposata con un degno discendente dell’uomo di Neanderthal, lui ha voluto provarla. Io l’ho assaggiata.

Al di là delle non trascurabili implicazioni ambientaliste, io dico no! La balena fa schifo! Sia per consistenza sia per sapore, non capisco davvero cosa ci trovino i norvegesi (o i giapponesi).

Considerate che io mi sono alzata da tavola, sono uscita sul terrazzino, grazie al cielo deserto, del locale e ho sputato il boccone ai gabbiani, i quali si sono voltati schifati a loro volta.

Il balcone da cui ho sputato la balena aveva una vista pazzesca

Il balcone da cui ho sputato la balena aveva una vista pazzesca

– MANGIATE FRUTTI ROSSI: mirtilli, lamponi, fragole, cloudberry… hanno un costo molto basso rispetto all’Italia e sono troppo buoni per rinunciarci.

– FATE ATTENZIONE A DOVE PARCHEGGIATE: le indicazioni stradali sono tutte facili e chiare. Non è così per i cartelli nelle città, specie nei parcheggi, dove sono solo in norvegese. Non affidatevi al caso e, anche a costo di sembrare stupidi, chiedete! Vi risparmierete 710 corone di multa.

– L’ACQUA MINERALE COSTA UNO SPROPOSITO e nei supermercati la troverete solo frizzante. La soluzione è facilissima: quella dei rubinetti è buona e ghiacciata. Procuratevi una bottiglia e il gioco è fatto.

Un ultimissimo consiglio: dimenticate i consigli e le regole e pensate solo a godervi il viaggio!

Tramonto ad Inari

Tramonto ad Inari