Ero rimasta affascinata dalla storia di Matera dopo aver letto il post di Selena, qualche anno fa. Conoscevo di fama i Sassi e così, rientrando da un matrimonio in Puglia, ho colto l’occasione al volo per visitare questa città unica.

Dalla guida leggo che Matera è una delle città più antiche del mondo, abitata fin dal paleolitico. Non so esattamente cosa aspettarmi, non vedo l’ora di metterci piede. Scegliamo un B&B proprio dentro i sassi, mi voglio godere l’esperienza in pieno.

Il proprietario del b&b ci consiglia di posteggiare intorno al castello e ci viene addirittura a prendere in auto. Per i turisti infatti l’accesso in auto ai sassi di Matera è proibito. Giustamente direi!

La città vecchia è totalmente interdetta al traffico.

Appena arrivati, scendiamo dall’auto e manca il fiato. E’ bellissimo. Mi guardo intorno e non mi sembra vero di essere in un posto come questo. Tutto è antico nel senso storico del termine.

matera

Le grotte, le abitazioni, le viuzze. Negli anni ’50, quando fu definita la vergogna d’Italia, gli abitanti erano poverissimi. Il territorio aveva subìto una grave crisi agricola e addirittura i materani avevano iniziato a tornare ad abitare nelle grotte, proprio come nella preistoria. 

I 30.000 abitanti di Matera furono spostati e iniziò il recupero della città.

Il recupero di Matera è stato completato ed è di quelli da non credere ai propri occhi.

Anche la vista dal b&b non è male.

matera

Lasciamo le borse in camera e iniziamo a esplorare.  Ci consigliano di visitare la sede del FAI a CASA NOHA, ma quando arriviamo è già chiuso.

I Sassi di Matera sono due: il Sasso Barisano che guarda verso la città di Bari e il Sasso Caveoso. Il canyon scavato ai suoi lati dal torrente Gravina, rende le pendici scoscesissime e il panorama unico.

Vi dico subito che per girare la città non si deve avere problema alcuno di deambulazione. E’ tutta scalini stretti e stradine ripide piene di trabocchetti! Inciampare è molto facile e camminare molto faticoso. Ma ne vale la pena!

A Matera, ogni angolo è uno scatto.

matera

Tra l’altro, visto che è così difficile camminare, all’interno dei sassi incontriamo pochissima gente. Di notte, nessuno proprio. Ma l’atmosfera è magica. Sele aveva proprio ragione. Sarà banale, ma la somiglianza con un presepe è forte.

matera

Nel pomeriggio camminiamo attraverso il Sasso Barisano, perdendoci più volte. Abbiamo una mappa abbastanza grossolana e anche il navigatore del cellulare, con queste viuzze strette, si confonde non poco. A cena una pizza veloce e riprendiamo il cammino per il Sasso Caveoso.  Di notte è ancora più bella.

matera

Gli scorci sono degni di Hollywood. Sono degni di Matera. La capitale Europea della Cultura 2019 si sta preparando al suo anno di gloria. Dopo essere stata la vergogna d’Italia, come la definì Togliatti, sarà l’orgoglio d’Europa.

matera

Questo post è stato scritto da:

Francesca

Francesca

 

La capa, dalla cui mente è nato Chicks and Trips. Senese di nascita, europea per vocazione, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza e poi l'ha appesa al chiodo sopra la televisione, tanto le stampe come complemento d'arredo vanno di moda. Passa il suo tempo a scrivere atti più o meno pubblici, fare foto e cadere da cavallo. Se dovesse andare a Hong Kong, sceglierebbe un volo con scalo a Londra e un tempo di attesa di un paio di giorni, pur di farsi un giro nella città della Regina. Sogna di vincere alla lotteria e passare il resto della vita in un appartamento con camino a Mayfair. Autrice de "I Cassiopei (biografie non autorizzate) e "Storia di Biagio"