Avete presente quei luoghi sognati mille volte che appena arrivati vi appaiono completamente diversi di come ve li eravate immaginati?

Io New York City me la immaginavo come in realtà è il quartiere storico di Brooklin che si chiama Brooklyn Heights.

E’ lontano dalle grandi e trafficatissime avenues di Manhattan e io New York me la immaginavo proprio così.

Che ci volete fare, sono cresciuta negli anni ’90, avrò visto troppe volte “C’è posta per te”.

Brooklyn Heights New York

Brooklyn Heights: come arrivare

Brooklyn Heights è collegata benissimo con Manhattan. Potete prendere la metro e scegliere tra varie fermate.

Noi arriviamo a Court St. (Metro N e R), attraversiamo tutto il quartiere a piedi per poi tornare dalla fermata di High Street (Metro A e C).

Arriviamo nelle Brooklyn Heighs in un afoso pomeriggio di inizio giugno. Le stradine ombreggiate dai grandi alberi, le case in mattoni rossi, le bow windows con le tendine bianche, le scale esterne che dal marciapiede portano direttamente al portone di casa, mi conquistano subito.

Se vivessi a New York, prenderei casa qui, mi dico. Tutto è tutelato dal National Trust, ovviamente.

Brooklyn Heights New York

Camminando per le Brooklyn Heights si arriva alla classica promenade sul fiume Hudson.

La vista sulla parte sud di Manhattan e sul mitico Ponte di Brooklyn è impareggiabile.

Brooklyn Heights New York

Middagh Street

Ma soprattutto, cammina cammina, arriviamo di fronte a casette di legno che fanno tanto ranch delle Adirondachs. E che fanno tanto… America! Finalmente il sogno si è avverato!

Leggo nella guida che questa via, Middagh Street, è una tra le vie più antiche delle Brooklyn Heights. In effetti, dalle case in legno, lo avevo intuito.

Si narra di passaggi segreti nati durante il proibizionismo che collegherebbero una di queste case alla vecchia ferrovia. Non indago oltre.

Brooklyn Heights New York

Si narra anche di un presidente degli Stati Uniti (non mi ricordo quale… ) che avrebbe vissuto qui prima e dopo il suo mandato. Ma della casa si può vedere solo un enorme cancello.

Mi allontano dalla New York della mia immaginazione camminando per il Ponte di Brooklyn, un altro dei miei sogni di bambina.

Hai in programma un viaggio a New York? Leggi l’articolo di Francesca su come andare con pochi soldi.

*******************************

Ti è piaciuto? Pinnalo!

Questo post è stato scritto da:

Francesca

Francesca

 

La capa, dalla cui mente è nato Chicks and Trips. Senese di nascita, europea per vocazione, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza e poi l'ha appesa al chiodo sopra la televisione, tanto le stampe come complemento d'arredo vanno di moda. Passa il suo tempo a scrivere atti più o meno pubblici, fare foto e cadere da cavallo. Se dovesse andare a Hong Kong, sceglierebbe un volo con scalo a Londra e un tempo di attesa di un paio di giorni, pur di farsi un giro nella città della Regina. Sogna di vincere alla lotteria e passare il resto della vita in un appartamento con camino a Mayfair. Autrice de "I Cassiopei (biografie non autorizzate) e "Storia di Biagio"