Lo sapete, l’ho detto tante volte. Londra è la mia città preferita in assoluto. Ci sono stata tante volte, eppure non finisco mai di scoprirla.

Dopo i primi viaggi, passata la frenesia del “questo le devo vedere, non posso saltarlo” – che diciamolo, abbiamo tutti quando visitiamo un posto per la prima volta – è iniziata la vera esplorazione.

Andare in un museo due, tre o quattro volte per ammirarlo con calma, guardare solo certe cose “perché tanto è gratis”.

La vera libidine di essere a Londra. Ma non è solo questo. 

Come è successo per Venezia e Firenze, grazie a questa guida, sono andata alla ricerca di perle nascoste al turismo di massa e, ancora una volta, Londra non mi ha delusa.

Anzi.

Londra Segreta: 1) St. Dunstan-in-the-East

GRATIS

Un vero gioiello tra gli uffici e gli alti palazzi della City.

St. Dunstan-in-the-East ne ha passate di tutti i colori, ma è ancora qui, a farsi ammirare da noi. Nonostante i tedeschi l’abbiano bombardata durante il Grande Bliz nella Seconda Guerra Mondiale, è parzialmente in piedi. Sì, è senza tetto, ma questo la rende ancora più speciale.

st dunstan londra

Perché all’interno vi è nato un vero e propio giardino. Che gli inglesi, con la loro passione per il verde, hanno domato e trasformato fino a farlo diventare quello che è oggi.

Ha vinto innumerevoli premi per il miglior giardino urbano di Londra e, se siete mai stati nella capitale britannica, saprete che di giardini da competizione, ce ne sono davvero un’infinità.

st dunstan in the east giardino segreto londra

2) Leighton House

A pagamento. 

Purtroppo non ho documentazione fotografica perché all’interno è proibito fare le foto. Ma andate sul sito per vedere che meraviglia è.

Una casa tipica londinese dell’800, appartenente a  Lord Leighton, un aristocratico che ospitava spesso artisti e scrittori. Vista dall’esterno, Leighton House è abbastanza anonima, ma gli interni sono sontuosi ed eccentrici. 

leighton house museum

La sala araba è impressionante, sembra di essere protagonisti di “Mille e una Notte”.

Secondo me, 9 sterline per entrare sono troppe e le sale da vedere poche. Ma ne è valsa comunque la pena.

Ci tornerei.

3) St. Bartholomew’s-The-Greater

A pagamento

Una sorpresa immane. 

st bartholomew the greater londra

Non credevo fosse così interessante. Anche St. Bartholomew’s The Greater ne ha passate tantissime. È stata fondata nel 1123, è sopravvissuta a ben sette incendi, incluso quello del 1666 che bruciò tutta Londra. È stata bombardata da uno Zeppelin nella Prima Guerra Mondiale e durante il Grande Bliz nella Seconda.

Appena si entra, il colpo d’occhio è di una chiesa romanica, medioevale, scura, fredda. Ma poi il coro di legno e le colonne in marmo bianco annerite (dal fumo?) creano un’atmosfera incredibile.

st bartholomew

All’ingresso una signora gentilissima ci ha consegnato dei volantini anche in italiano e ce la siamo goduta tutta. Era mattina e non c’erano altri visitatori. 

La facciata a graticcio la fa quasi sembrare una casa normanna, ma non fatevi ingannare.

Una curiosità: l’ultima scena di Quattro Matrimoni e un Funerale e tante scene di Shakespeare in Love sono state girate qui!

4) Kyoto Gardens

GRATIS

Un vero e proprio gioiello nel gioiello di Holland Park. Che già è splendido di suo, se poi ci aggiungete anche cascatine, pavoni e pesci rossi, siete inel paradiso. 

kyoto gardens holland park londra

londra kyoto gardens holland park

Accanto ai Kyoto Gardens, si sono aggiunti anche i Fukushima Gardens, donati dai giapponesi per il sostegno del popolo britannico durante la tragedia che colpì Fukishima.

5) London Library

GRATIS

Anche della London Library non ho testimonianze fotografiche. Non ha entrata libera, si può visitare solo con un tour guidato. Se riuscite, prenotate qualche giorno prima oppure presentatevi all’ora stabilita della visita, magari qualcuno ha rinunciato!

london library

Londra segreta: il sesto è in omaggio! Il monumento alla Regina Alexandra

Questa è una delle cose più curiose che possiate vedere. 

Non per la statua in sé, ma per la storia della sua protagonista. 

La Regina Alexandra di Danimarca era molto amata dal popolo. Devota e filantropa, al contrario di suo marito, Re Edoardo VII. Un debosciato e depravato totale, che finì perfino davanti a un tribunale per ben due volte. Amava le prostitute, il gioco d’azzardo ed era un vero tormento per la povera Alexandra. 

monumento regina alexandra londra

Ma non era il peggior elemento della famiglia, anzi. Il peggiore, doveva ancora arrivare.  

Si dice infatti che il secondo figlio dei due, Victor Albert, fosse niente di meno Jack The Ripper. Proprio lui: lo Squartatore.

Alexandra non si è mai rassegnata a queste voci e addirittura fece fare dallo stesso artista che scolpì questa statua un enorme monumento nel castello di Windsor, in omaggio al figlio tanto discusso. 

***************************

Ti è piaciuto “Londra Segreta”? Pinnalo!

londra segreta

St. Dunstan-In-The-East

St. Bartholomew's The Greater

Leighton House Museum

Kyoto Gardens

London Library

Monumento alla Regina Alexandra

Questo post è stato scritto da:

Francesca

Francesca

 

La capa, dalla cui mente è nato Chicks and Trips. Senese di nascita, europea per vocazione, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza e poi l'ha appesa al chiodo sopra la televisione, tanto le stampe come complemento d'arredo vanno di moda. Passa il suo tempo a scrivere atti più o meno pubblici, fare foto e cadere da cavallo. Se dovesse andare a Hong Kong, sceglierebbe un volo con scalo a Londra e un tempo di attesa di un paio di giorni, pur di farsi un giro nella città della Regina. Sogna di vincere alla lotteria e passare il resto della vita in un appartamento con camino a Mayfair. Autrice de "I Cassiopei (biografie non autorizzate).