In questo post, vi parlerò di cosa vedere nei dintorni di Londra, indicandovi le migliori gite da un giorno, partendo dalla capitale britannica.

A Londra è una città fantastica nella quale ci sono tantissime cose da vedere, diciamocelo.

Musei gratuiti, perle da scoprire, perfino quando piove, a Londra non ci si annoia mai.

Un anno nella capitale britannica non basterebbe per vedere ed esplorare a fondo tutti i suoi musei, i palazzi, i mercati, le curiosità e gli angolini incredibili.

Anche nei dintorni di Londra però, ci sono numerosi posti che vale la pena di visitare.

Luoghi unici al mondo, carichi di storia e magia.

Le gite che vi propongo qui nei dintorni di Londra sono tutte da un giorno, in località che ho personalmente visto e visitato.

Viaggi che i britannici chiamano “day-trip”: andata e ritorno in giornata.

Economici, veloci e sorprendenti.

In questo articolo, vi indicherò tutte le gite da un giorno nei dintorni di Londra che, a mio parere, vale assolutamente la pena fare.

Per ogni luogo, vi indicherò il mezzo migliore per raggiungerlo in autonomia, ma anche quali sono i tour organizzati più popolari e con le recensioni migliori.

La maggior parte dei tour organizzati, oltre al trasporto, includono anche una guida per esplorare al meglio il luogo, ma danno anche del tempo libero per girellare per conto proprio, senza troppo stress.

Scegliete in libertà qual è il metodo migliore per voi.

In fondo al post, troverete anche un’utile mappa con indicate le località delle quali vi parlo.

Come muoversi nei dintorni di Londra


Se scegliete di viaggiare in autonomia, il mezzo più economico sono generalmente i mezzi pubblici, a meno che non siate un gruppo numeroso da poter dividere i costi.

In questo caso, noleggiare un’auto è la scelta migliore.

In generale, comunque, il mio consiglio è di prendere il treno per raggiungere ogni singola località di cui vi parlo.

Tranne Stonehenge, che si trova in mezzo al nulla, e le Cotswolds, per i motivi di cui vi parlerò.

Tutti gli altri posti in cui sono stata, vista la puntualità delle ferrovie britanniche e la frequenza delle corse, il treno è decisamente il mezzo più pratico ed economico per spostarsi da Londra.

Un’avvertenza però: i mezzi pubblici britannici possono essere molto costosi.

Il prezzo diminuisce drasticamente solo se si fa un advance booking.

Cioè, prenotando i mezzi con largo anticipo si risparmia un botto.

Non abbiate paura di farlo dall’Italia: i siti delle ferrovie britanniche (ci sono varie compagnie a seconda della direzione da prendere) offrono dei servizi di prenotazione davvero efficientissimi.

Prenotate dall’Italia cliccando qui, pagate con la carta di credito (o debito) e vi sarà dato un codice.

Una volta a Londra, andate alla stazione di partenza, scegliete una delle biglietterie automatiche, digitate il codice, inserite la carta con la quale avete fatto la prenotazione e il gioco è fatto.

I biglietti si stamperanno da soli.

Guardate il tabellone, andate al binario indicato e buon viaggio!

​Cosa vedere nei dintorni di Londra: gite da un giorno


Prima di scegliere il mezzo, pensate a cosa volete vedere e a quali sono i vostri interessi.

A quel punto, prenotate il mezzo migliore per spostarvi nei dintorni di Londra.

Hampton Court Palace


Hampton Court Palace dintorni di Londra gita

Tempo: 36 minuti da Londra.

Mezzo migliore: treno.

La reggia di Enrico VIII, Hampton Court Palace, è uno dei numerosi palazzi Tudor lasciati in eredità dalla dinastia omonima.

Si tratta di un vero e proprio palazzo reale londinese, tenuto magistralmente, sito lungo le sponde del Tamigi, a est della capitale.

È circondato da splendidi giardini, estesi e ben curati.

Se la giornata è soleggiata, fate un bel picnic, altrimenti, dedicate tutto il tempo alle stanze interne.

Gli interni sono ricostruiti benissimo, spesso sono arredi originali, l’esperienza è divertente e utile.

Il castello dà la possibilità di vedere  com’era la vita dei reali intorno al XVI e al XVII secolo.

Si possono visitare le State Rooms, gli appartamenti privati di Guglielmo III e le famosissime cucine Tudor.

Quest’ultime, se visitate Hampton Court Palace con i bambini, saranno al centro della visita!

Un’altra stanza che vi toglierà il fiato è la Great Hall.

Originariamente una stanza da pranzo, fu in seguito utilizzata come teatro, per il divertimento del re. Pare che addirittura William Shakespeare si sia esibito in questa parte.

Vi consiglio di prendere le audioguide perché sono molto istruttive.

Il sito è grande, la visita può tranquillamente occupare tutto il giorno.

Leggete il mio post sulla visita a Hampton Court Palace per tutte le altre informazioni utili.

Se vi piace prepararvi prima di visitare un luogo, vi consiglio caldamente di leggere “Le sei mogli di Enrico VIII” di Antonia Fraser e di guardare la serie “I Tudor“, fatta davvero benissimo.

→ Accesso a Hampton Court Palace: per visitare il palazzo dovrete acquistare un biglietto, prenotabile online, che è anche incluso nel London Pass.

In alternativa, date anche un’occhiata a questo tour guidato, nel quale è incluso il prezzo del biglietto di accesso.

Dintorni di Londra: come raggiungere Hampton Court Palace


Per raggiungere il Castello di Enrico VIII il mezzo più comodo e veloce è senza dubbio il treno.

Il noleggio della macchina è scomodissimo a causa dell’intenso traffico e anche un tour organizzato, a mio parere, costa troppo rispetto al tragitto relativamente breve da fare.

Oxford


oxford harry potter

Tempo: 1 ora e 10 minuti

Mezzo consigliato: Tour organizzato. 


Oxford è sede di una delle due università più prestigiose della Gran Bretagna (forse del mondo intero) e si respira un’aria e un entusiasmo che ho trovato in pochi altri posti nel mondo.

È la perfetta gita da un giorno nei dintorni di Londra, facilmente raggiungibile anche con i mezzi pubblici.

L’Università di Oxford fu fondata addirittura nel XII secolo ed è una delle più antiche al mondo.

È composta da ben 38 diversi college, ognuno con il proprio campus, con la propria chiesa (con annesso campanile) e tradizioni.

Alcune delle scene più famose dei film su Harry Potter sono state girate all’interno dei college di Oxford e questo ne fa la mia mia gita preferita nei dintorni di Londra, non lo nego!

Ci sono anche numerosi tour dedicati al maghetto, dei quali potete approfittare se siete dei fan della saga.

Oltre alle location dei film di Harry Potter, a Oxford ci sono numerosi siti molto interessanti da vedere, per primi i college.

A Oxford si potrebbe anche stare un mese, ma un giorno è comunque sufficiente per visitare un college (ho scelto il Christ Church College per i motivi che vi spiego nel post e non me ne sono mai pentita!).

Si può visitare anche l’Ashmolean Museum, il museo dedicato all’arte e all’archeologia, l’Oxford University Museum of Natural History oppure l’Hertford Bridge, una copia esatta  e a grandezza naturale del Ponte dei Sospiri a Venezia.

La cittadina è chiaramente piena di studenti, biblioteche, pub e negozi dal sapore antico, tra i quali un old sweet shoppe da perderci la testa.

Leggete il mio articolo su cosa vedere a Oxford in un giorno per altre informazioni.

Dintorni di Londra: come raggiungere Oxford


Oxford può essere raggiunto in tre modi diversi.

Scegliete a seconda del vostro budget e del tempo a disposizione che avete:

  • Auto: se ve la sentite di guidare in Inghilterra, l’auto è il mezzo più comodo, ma anche quello più lento e costoso, se dovete uscire dal centro di Londra e arrivare al centro di Oxford, a causa del traffico intenso intorno alle due città.
  • Treno: mezzo più comodo ed economico per arrivare a Oxford, ma richiede una pianificazione anticipata a causa del costo del biglietto dei mezzi pubblici, se acquistato all’ultimo momento.
  • Tour organizzato: opzione più comoda e veloce, anche se non la più economica. Da valutare senz’altro se siete da doli, in coppia o un piccolo gruppo.

Cambridge


Cambridge

Tempo: 1 ora e 5 minuti

Miglior modo per arrivare: tour guidato.

L’ho visitata molto più in fretta e decisamente in maniera peggiore dell’eterna rivale Oxford. Ci devo tornare di sicuro, ma quello che ho visto mi è piaciuto tantissimo.

A poco più di un’ora di treno da Londra, anche Cambridge è conosciuta in tutto il mondo per la sua prestigiosa università. Ed esattamente come Oxford, ha un centro storico medioevale che è bellissimo da esplorare.

Il ponte sul fiume Cam è una cittadina tutta votata agli studenti, esattamente come Oxford. Si vede dai pub, dai negozi e dal prezzo degli affitti!

Le stradine sono la cosa che mi ha affascinata di più.

Quando sono andata, era inverno e fuori era parecchio freddo. La città sembrava vuota, tutti erano dentro le biblioteche e le case o nei pub. Un’atmosfera pazzesca.

Ma ci sono anche tanti siti interessanti da visitare.

Il luogo più famoso è forse la King’s College Chapel (che vedete nella foto qui sopra), che purtroppo ho dovuto visitare molto in fretta, perché si stava per tenere una funzione privata al suo interno.

Poco male, una scusa per tornarci.

Raccomandati per una visita sono anche alcune dei suoi 31 college, come il Queens’ College, il Trinity College e la Wren Library. Per un panorama incredibile sul centro città, provate a salire sulla torre della Great St. Mary’s Church: solo se non soffrite di vertigiini!

Essendo costruita sulle rive di un fiume, un bel posto dal quale fate delle foto ricordo (instagrammabile, come si dice oggi) sono i ponti sul fiume Cam.

In particolare, il Mathematical Bridge, il Clare College Bridge e il King’s Collega Bridge.

Se non soffrite il mal di mare, una bella esperienza da fare per vedere Cambridge da un punto di vista diverso è quella di fare un tour guidato su una barchetta, piacevolmente intrattenuti dal vostro rematore.

cambridge

Dintorni di Londra: come raggiungere Cambridge


Per Cambridge, vale lo stesso discorso che per Oxford:

  • Auto: mezzo più comodo, ma anche quello più lento e costoso, specialmente se dovete uscire dal centro di Londra e arrivare al centro di Cambridge, a causa del traffico intenso intorno alle due città.
  • Treno: mezzo più comodo ed economico per arrivare a Cambridge, ma richiede una pianificazione anticipata.
  • Tour organizzato: opzione più comoda e veloce, anche se non la più economica. Da valutare senz’altro se siete una coppia o un piccolo gruppo.

Castello di Windsor


Castello di Windsor

[/box] Tempo: 35 minuti

Mezzo migliore: treno. [/box]

Insieme a Oxford, quella al Castello di Windsor è una delle mie gite preferite nei dintorni di Londra.

Sito a poco più di 30 chilometri dalla capitale, il castello è una delle residenze ufficiali del Re d’Inghilterra da oltre 900 anni.

Nella sua cappella, la famosissima St. George’s Chapel, sono sepolti personaggi illustri come la Regina Elisabetta II e il consorte Filippo di Edimburgo, Enrico VIII e la moglie preferita (!) Jane Saymour, oltre a Charles Brandon il suo migliore amico. Qui, si è anche tenuto il matrimonio tra il Principe Henry e Magan Markle.

Il castello di Windsor è aperto ai visitatori tutto l’anno ed è perfetto come gita da un giorno da Londra.

La costruzione è gigantesca e, chiaramente, è possibile visitarne solo alcune stanze e gli incredibili giardini, essendo tuttora abitato dalla famiglia del monarca inglese.

Leggete il post sulla visita al Castello di Windsor per tutte le altre informazioni, ma non mancate di fare una passeggiata nel villaggio.

Bellissimo anch’esso. Tipico inglese, ha delle viuzze davvero strepitose.

Dintorni di Londra: come raggiungere Windsor


Essendo poco lontano da Londra, anche per andare a Windsor i modi di arrivare sono principalmente tre:

  • Auto: è il modo più costoso, specialmente se siete una coppia o un piccolo gruppo. Comparate il costo del biglietto del treno e considerate comunque il tempo per arrivare e il traffico.
  • Treno: mezzo più comodo ed economico, quello che ho scelto io, prenotando però con largo anticipo dall’Italia.
  • Tour organizzato: opzione più comoda e interessante, soprattutto quei pacchetti che, oltre a Windsor, comprendono anche Stonehenge o Bath.

Cotswolds, Castle Combe e Lacock


londra day trip cotswalds

Tempo: variabile a seconda della destinazione

Mezzo migliore: tour organizzato.

Gli scenari tradizionali dell’Inghilterra rurale che fu, li troverete solo nelle Cotswolds. Si tratta di una delle mie parti preferite del paese, lo ammetto.

Ho girato le Cotswolds in lungo e in largo durante il mio itinerario in Inghilterra e sono bellissime.

L’area è relativamente piccola ma, a voler essere precisi, si possono passare anche 3 o 4 giorni a visitare paesini e villaggi che sembrano usciti da una fiaba.

Il più famoso è senz’altro Castle Combe, che più volte ha vinto il premio del villaggio più bello d’Inghilterra.

Il più scenografico di sicuro Bibury e la sua incredibile Arlington Row, con la sua fila di cottage fioriti tanto belli da sembrare finti.

Poi la Venezia delle Cotswolds, Bourton-on-the-Water e i suoi 5 ponti sul ruscello che fa tanto paesino delle fiabe. E infine, Lacock.

Lacock è un villaggio nei dintorni di Londra, costruito intorno alla omonima abbazia, la Lacock Abbey. Qui il tempo sembra essersi fermato alla fine del ‘700. È assolutamente splendido. Non c’è tantissimo da vedere, se non assaporare l’atmosfera unica dell’Inghilterra rurale di fine secolo.

Il villaggio, grazie a questo suo aspetto antico, è stato usato come location per svariati film e serie TV, tra i quali Harry Potter, Orgoglio e Pregiudizio e la mitica Downtown Abbey.

Dintorni di Londra: come raggiungere le Cotswolds


Per questa escursione di un giorno da Londra, scelgo per voi, non vi do neanche le opzioni: il treno è impossibile da usare, perché la maggior parte dei paesini delle Cotswolds non sono raggiunti dai binari.

L’auto è comoda fino a che non si scoproino i prezzi orari dei parcheggi nelle varie località (non pensate neanche lontanamente a non parcheggiare negli spazi appositi).

L’unico modo efficace ed efficiente per fare questa escursione nei dintorni di Londra è di approfittare di un tour organizzato.

Eccone alcuni da valutare:

Bath


bath terme romane

Tempo: 1 ora e 30 minuti

Mezzo migliore: tour organizzato.

Bath, una delle mie città preferite al mondo!

Bath è deliziosa, Bath è elegante e vittoriana, Bath non la dovete assolutamente perdere!

Probabilmente è la gita più popolare da Londra, proprio perché si tratta di una cittadina piccola, ma con numerosi siti da esplorare e vedere.

La cosa più popolare a Bath sono senz’altro le Terme Romane, in inglese Roman Baths (sito dal quale prende il nome la città). Si tratta di un sito UNESCO, costruito oltre 2000 anni fa intorno a una fonte di acqua termale, sfruttata per la prima volta dalle truppe romane che fondarono la città.

Fare il bagno è proibito fin dal 1978, ma il sito è assolutamente splendido, in particolar modo di notte.

Oltre alle terme romane, è bellissima anche la Bath Abbey, la celebre cattedrale della città del 1499. L’entrata è gratuita, ma il sito è sempre molto affollato ed è possibile che dobbiate fare la fila.

Salendo la collina che circonda Bath, non perdetevi due siti per i quali la città è famosa: si tratta di edifici gentilizi, abitati dalla buona società londinese che si spostava in città durante l’estate: il Circus e il Royal Crescent.

Insomma, a Bath ci sono tantissime cose da vedere, non vi annoierete di certo.

Leggete il mio post su cosa vedere a Bath in un giorno.

Dintorni di Londra: come raggiungere Bath


La stessa cosa che ho scritto per gli altri centri più grandi come Oxford o Cambridge, vale anche per Bath:

  • Auto: è il modo più costoso ma sicuramente il più comodo.
  • Treno: mezzo più comodo ed economico, ma quello che richiede la maggiore organizzazione se volete risparmiare qualcosa.
  • Tour organizzato: opzione più comoda e interessante, soprattutto quei pacchetti che, oltre a Bath, comprendono anche Stonehenge o Windsor.

Stonehenge


stonehenge gratis

Tempo: 1 ora e 40 minuti

Mezzo migliore: tour organizzato.

Stonehenge è uno dei siti preistorici più famosi al mondo, probabilmente il più famoso. È patrimonio UNESCO ed è visitato ogni anno da milioni di turisti.

Costruito quasi 5000 anni fa da abitanti della zona (siamo nel Neolitico), il suo scopo rimane tutt’oggi misterioso. Che fosse un sito cimiteriale, un tempio druido o avesse qualche altra funzione non ancora ipotizzata, Stonehenge ha una carica energetica particolare e va assolutamente vista.

Gli ingegneri si chiedono come sia stato possibile sollevare massi di tali dimensioni così tanto da terra!

Stonehenge è bellissima, ma con un’avvertenza: non è possibile avvicinarsi alle pietre, a causa dell’altissimo afflusso di turisti.

Una corda circonda il sito e non si ha la possibilità di camminare in mezzo e sotto al cerchio di pietre più noto al mondo.

Vicino al sito, sono state ricostruite 5 case del periodo neolitico, che però non ho visitato e quindi non so dirvi se valga la pena visitarle oppure no.

Per tutte le altre curiosità e info, leggete il mio post su come visitare Stonehenge da Londra e, visto che ci siete , date anche un’occhiata al post cosa vedere a Salisbury, che si trova poco distante.

Dintorni di Londra: come raggiungere Stonehenge


Qui le opzioni si restringono, fino a diventare due. Il treno non è previsto per Stonehenge, essendo praticamente in mezzo al nulla.

  • Auto: è il modo più costoso ma se avete intenzione di esplorare anche i dintorni, forse è il più adatto.
  • Tour organizzato: è l’opzione più furba da sfruttare, anche perché in genere questi pacchetti comprendono una guida e anche una delle destinazioni più vicine a Stonehenge, come Oxford e Windsor

Canterbury


canterbury

Tempo: 56 minuti

Mezzo migliore: treno

Canterbury è una cittadina deliziosa, famosa per la sua Cattedrale, costruita nel 597 d.C. Ricostruita interamente intorno all’anno 1000, ha visto tra le sua mura l’assassinio di St. Thomas Beckett, fatto uccidere da Re Riccardo II.

All’interno della cattedrale troverete tantissime guide volontarie (entusiaste!), disposte a raccontarvi sia i segreti della cattedrale stessa che di Canterbury.

Da non perdere la chiesa in cui è sepolta la testa di Tommaso Moro (Thomas Moore), il filosofo cattolico che Enrico VIII fece condannare a morte.

Leggete il mio post su cosa vedere a Canterbury per maggiori informazioni.

Dintorni di Londra: come raggiungere Canterbury


In questo caso, a mio parere, è meglio lasciare stare l’auto e prenotare direttamente un tour organizzato.

C’è anche un treno comodo, ma va prenotateo con largo anticipo, altrimenti i costi esplodono. I tour organizzati invece possono anche essere prenotati all’ultimo momento e, soprattutto, sono disdicibili entro le 24 ore precedenti alla partenza.

Eccone tre ai quali potete dare un’occhiata:

Altre cose da vedere nei dintorni di Londra


Se tutto quello che ho scritto sopra non vi basta, vi lascio altre opzioni da valutare, tutte da fare con tour organizzati e senza tanti sbattimenti:

  • Liverpool: alla scoperta della città dei Beatles con un tour a tema da Londra che ripercorre la storia musicale dei Fab Four.
  • Harry Potter Studios: visita agli studi cinematografici che hanno visto la nascita della saga letteraria inventata da J.K Rowling.
  • Highclare Castle: parti alla scoperta della Downtown Abbey della famosissima serie TV, passeggiando personalmente nel castello originale.
  • Stratford-Upon-Avon: il paese che ha dato i natali al drammaturgo più famoso al mondo, William Shakespeare, da esplorare in un solo giorno.

*******************************

Ti è piaciuto? Pinnalo!

londra gite da un giorno

Questo post è stato scritto da:

Francesca

Francesca

La capa, dalla cui mente è nato Chicks and Trips. Senese di nascita, europea per vocazione, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza e poi l'ha appesa al chiodo sopra la televisione, tanto le stampe come complemento d'arredo vanno di moda. Passa il suo tempo a scrivere atti più o meno pubblici, fare foto e pettinare gatti. Se dovesse andare a Hong Kong, sceglierebbe un volo con scalo a Londra e un tempo di attesa di un paio di giorni, pur di farsi un giro nella città della Regina. Sogna di vincere alla lotteria e passare il resto della vita in un appartamento con camino a Mayfair. Autrice de "I Cassiopei (biografie non autorizzate) e "Storia di Biagio".