Ebbene sì, è giunto il momento di riepilogare il bel tour on the road che ho fatto tra il Galles e l’Inghilterra. 

Siamo nel luglio del 2017.

Un viaggio di 10 giorni all’insegna della natura, della storia e della letteratura (e delle location in cui sono stati girati i film di Harry Potter).

Giorni intensi, anche se non sono mancati i momenti di relax. In Galles, come altrove, il viaggio bisogna goderselo e respirarlo il più possibile.

Se il tempo non c’è, si trova!

Passeggiare nella Forest Dean, sonnecchiare al sole della Rhossily Bay, arrampicarsi sugli scogli nella Freshwater Bay o stare le ore a guardare i surfisti nelle White Sands di St. David’S Head.

Sono esperienze che si fanno una volta o non si fanno più.

Noi abbiamo scelto un itinerario tra Galles e Inghilterra, mixando i due paesi, ma c’è un perché.

Galles e Inghilterra: da nord a sud

L’idea iniziale era quella di fare solo il Galles, da nord a sud. 

f tintern abbay itinerario tra galles e inghilterra

Ci siamo resi per ben presto conto però che, anche se le distanze non sono proibitive, inserire anche il Nord del Galles con lo Snowdonian Park e tutte le decine di bellissimi castelli da visitare, sarebbe stato eccessivo.

Poco male, è una scusa per ritornare! E visto che, tolto il nord, un po’ di tempo avanzava… che non le vuoi visitare le Cotswolds? O Stonhenge? E Bath?! Non le vogliamo vedere le Terme di Bath?

Certo che sì! Allora ecco che è venuto fuori un viaggio di 10 giorni tra Galles e Inghilterra.

Di seguito troverete tutte le informazioni che servono per organizzare un viaggio del genere, con i link agli alberghi, i nomi dei ristoranti, ecc…

Qui sotto trovate la mappa generale e poi giorno per giorno ho inserito la città di arrivo, di partenza e le tappe intermedie.

Come tutti i fai-da-te in auto, quello tra Galles e Inghilterra non è un viaggio per pigri.

Insomma, vi dico tutto, ma proprio tutto per organizzare un bell’itinerario di 10 giorni tra Galles e Inghilterra, in auto. Se vi venissero in mente cose che non ho inserito, curiosità o domande, chiedete pure.

Un’ultima cosa: io ho usato la classica guida Touring.

Pronti? Allacciate le cinture, si parte!

itinerario di 10 giorni tra galles e inghilterra mappa generale

 

Itinerario tra Galles e Inghilterra, info generali: diamo un po’ di numeri

Giorni: 10. In fondo al tour abbiamo anche inserito 3 giorni a Londra, giusto per riprendersi. In questo post non li ho considerati. Cliccate pure sul blu se avete voglia di scoprire Londra con noi.

Spesa: Siamo andati in due persone e abbiamo speso circa 1.800 euro (900 euro a persona). I costi indicati sotto sono per due persone.

Biglietti aerei: andata e ritorno da Londra (per 2 persone): 330 Euro. All’andata abbiamo preso PISA – Londra di Easyjet. Al ritorno Londra – Pisa di Ryanair.

Noleggio auto: abbiamo scelto la compagnia Budget. L’auto l’abbiamo presa e restituita all’aeroporto di Londra Luton: Euro 288,70 in totale. É di categoria media, una Pegeut 308. Piccola per risparmiare, ma abbastanza grande da essere sicura. Un solo guidatore, con assicurazione per i danni AXA. Potevamo anche non prenderla, il costo sarebbe diminuito. Ma esperienze passate ci hanno insegnato che è sempre meglio essere coperti.

Explorer pass: 33 sterline. Con questa card, 2 persone possono entrare gratis per 3 giorni (anche non consecutivi) in decine e decine di siti storici. Noi l’abbiamo davvero sfruttata tantissimo!

Rimpianti di un viaggio tra Galles e Inghilterra

Purtroppo abbiamo scoperto delle possibilità date dalla National Trust Membership e del CADW membership solo l’ultimo giorno. Sono le due associazioni (la prima dell’Inghilterra e la seconda del Galles) che gestiscono la maggior parte dei siti storici e archeologici.

Se siete membri, l’entrata in questi siti è gratuita. Il costo è ridotto e si risparmia davvero tanto.

Quindi il consiglio è di associarvi. Lo potete fare a qualunque biglietteria di qualunque sito storico, o anche on line (i link sono qui sopra).

Parcheggi: 34 sterline. Una tassa. In qualsiasi posto vi fermiate, c’è da pagare il parcheggio. Alcuni sono abbastanza economici, altri vergognosamente alti. Approfittano del fatto che gli spazi sono pochi e i turisti tanti. Però, se si viaggia in auto, alternative non ce ne sono.

Benzina: 95 sterline.

Miglia percorse: 1070.

Itinerario tra Galles e Inghilterra, Giorno 1: Londra ⇒ Stratford Upon Avon

mappa itinerario inghilterra galles

Arriviamo nel tardo pomeriggio a Londra Luton, dove atterra Easyjet. Il posto del noleggio auto non è vicino, ma c’è un servizio bus navetta gratuito

Partiamo subito in direzione della prima tappa, Stratford-Upon-Avon, la città natale del Bardo: William Shakespeare.

stratford unpon avon itinerario tra galles e inghilterra

Compriamo un panino al volo e ci dirigiamo in hotel. Siamo stanchi e vogliamo essere riposati per domani: inizia il vero viaggio!

Hotel: Premier Inn Central. Centrale (lo dice il nome), economico e pulito. E’ una catena in cui dormiamo sempre volentieri, hanno dei materassi strepitosi! Non c’è parcheggio nell’hotel, ma grazie a internet ne troviamo uno abbastanza economico a 3 minuti a piedi. Consigliato.

Itinerario tra Galles e Inghilterra, Giorno 2: Stratford-Upon-Avon ⇒ Gloucester

mappa itinerario inghilterra galles

Iniziamo presto a esplorare Stratford-Upon-Avon.

Al di là di Shakespeare è una cittadina molto carina, ma non c’è moltissimo da vedere. La casa natale di Shakespeare, la tomba di Shakespeare, il cottage di campagna dove nacque la moglie di Shakespeare.

Quest’ultima è una ricostruzione storica che costa uno sproposito – ve la sconsiglio caldamente.

itinerario tra galles e inghilterra

stratford upon avon

stratford upon avon

A fine mattinata ci dirigiamo verso sud, verso le famose Cotswolds. Non vedo l’ora di vederle, è una vita che sogno di andarci.

Vi ho parlato dei paesi delle Costwalds che secondo me vale la pena visitare in questo post.

La prima tappa è quindi Bradway, con la sua Fish Tower e i panorami strepitosi. Poi Stow on the Wold, Bourton On The Water e Bibury! Quello che, devo ammettere, mi è piaciuto di più in questa prima parte del viaggio.

Arriviamo in tarda serata a Gloucester. Ha una cattedrale famosissima che visiteremo domani. Ha un centro storico carino e la parte dei dock (i vecchi magazzini navali del porto) tutta rimessa a nuovo. Molto carina!

Ceniamo qui in un locale chiamato THE LORD HIGH CONSTABLE OF ENGLAND. Una catena di pub molto buona ed economica, che sfrutteremo ancora.

Hotel: IBIS Gloucester. Altra catena che sfruttiamo molto, per la sua economicità e per la pulizia delle stanze. L’hotel è fuori dal centro, occorre l’auto per spostarsi, ma ha un ampio parcheggio gratuito di fronte. Consigliato.

 

Itinerario tra Galles e Inghilterra, Giorno 3: Gloucester ⇒ New Quay

mappa itinerario inghilterra galles

Visitiamo il centro storico di Gloucester e soprattutto la sua Cattedrale, famosissima.

È un edificio gotico davvero imponente. L’ingresso è gratuito, ma per fare le foto all’interno occorre pagare un biglietto allo shop. Che però apre alle 10! E noi entriamo alle 9… ops! Uno dei vantaggi dello svegliarsi presto 😉

Facciamo impunemente e gratuitamente tutte le foto che vogliamo, soprattutto al corridoio del chiostro. Vi viene in mente niente?

cattedrale gloucester harry potter camera dei segreti

“La Camera dei Segreti è aperta”

Ebbene sì, questa è una delle location nella quale hanno girato scene interne della famosa scuola di magia e stregoneria di Hogwarts. Sto parlando di Harry Potter e la Camera dei Segreti.

La visita alla cattedrale prende circa un’ora. 

Riprendiamo l’auto e ci dirigiamo verso la Forest Dean. Un luogo incantato!

La Dean Forest è piena zeppa di sentieri attrezzati.

Per gli amanti del trekking nella natura un paradiso. È una vera e propria foresta, con corsi d’acqua, rocce, montagne e boschi. Anche qui, sono state girate le scene degli esterni di Harry Potter e i Doni della Morte.

Vorrei rimanere 10 giorni, ma il tempo (anche meteorologico perché pioviscola) è tiranno e ripartiamo.

Ci fermiamo quasi subito però: inizia il tour dei Castelli del Galles con uno dei più spettacolari: Raglan Castle del 1435. Il parcheggio è gratuito di fronte all’entrata, la visita richiede circa un’ora.

Tutti i castelli che visiteremo sono molto scenografici, tenuti benissimo, ma poco più che ruderi. Le visite sono brevi davvero, anche con le audio guide.

È primissimo pomeriggio quando guidiamo attraverso il Breacon Beacons National Park per raggiungere la costa. Una infinita distesa di boschi lussureggianti e verdissimi, punteggiato anch’esso da sentieri organizzati e ben manutenuti.

breacon

Alla fine del parco, prima di arrivare alla costa ci fermiamo al Devil’s Bridge, il Ponte del Diavolo – da non perdere!

Hotel: Beechwood House. E’ un B&B al secondo piano della casa del proprietario a Llanarth, a 3 chilometri dalla costa. Lo scegliamo perché i prezzi sulla costa sono inarrivabili. E’ un classico B&B gallese RICOPERTO di moquette. Se siete allergici, statene alla larga. Il paese non esiste, sono tre case e un pub lungo la strada.

Se avete la possibilità, dormite ad Aberystwyth o a New Quay. Non ci tornerei.

A cena andiamo a New Quay appunto, a mangiare un ottimo fish & chips al porto a “The Lime Crab”. Ci fidiamo della fila di locali al bancone e facciamo bene!

Dopo cena, una passeggiata al porto e poi a nanna.

Itinerario tra Galles e Inghilterra, Giorno 4: New Quay ⇒ St. David’s Head

mappa itinerario inghilterra galles

Oggi giornata dedicata alla costa.

La mattina è piena di sole e ce la godiamo tutta. Ci fermiamo nella baia di Cardigan e proseguiamo verso Fishgard, dove facciamo una breve sosta pranzo.

Poi di nuovo a godersi il Pembrokeshire Coastal Path (ve ne avevo parlato qui) fino a Strumble Head.

baia di cardigan itinerario galles inghilterra

itinerario galles inghilterra

Poi le White Sands di St. David’s Head.

Qui ci godiamo la spiaggia (il tempo è decisamente peggiorato) e il mare fino a che possiamo e poi diamo una voloce occhiata alla cattedrale del paesino, che pare essere molto bella.

Ceniamo a Haverfordwest al pub The Wlliam Owen (consigliato).

st.david's head

Hotel: Southwood Farm. E’ un hotel in un edificio storico “listed”, cioè notificato.

E’ molto carino, non economicissimo, con la colazione inclusa.

Un’unica pecca: non ha il bagno in camera! Al momento della prenotazione non me ne ero accorta. Consigliato, se il bagno in comune per voi non è un problema (le camere al primo piano sono 3 e ci sono 2 bagni nel corridoio).

Itinerario tra Galles e Inghilterra, Giorno 5: St. Davids ⇒ Tenby

Anche oggi lo dedichiamo alla costa e al mare.

Il tempo è decisamente peggiorato ma non ci lasciamo scoraggiare. Ci fermiamo a Freshwater Bay, c’è un’altra location di Harry Potter da vedere!

Vi ricordate ne “I Doni della Morte – Parte I” dove vivono Billy e Fleur, Villa Conchiglia? Dove muore e viene sepolto Dobby, l’Elfo Libero? Ecco, è questa cosa splendida qui sotto.

freshwater bay harrt potter villa conchiclia

Dune gigantesche ricoperte d’erba e al di là, un mare fragoroso. 

Ioni in ogniddòve! E’ davvero un posto suggestivo e selvaggio, mi piace tantissimo. Ci dirigiamo quindi a Pembroke per visitarne il castello. Giriamo tre o quattro volte la cittadina senza trovare uno straccio di parcheggio.

Sono le 4 del pomeriggio e il traffico è mostruoso. Decidiamo quindi di proseguire, dopo aver fatto due foto da lontano.

castelli galles pembroke

Ci aspetta Tenby, una delle cittadine più carine del Galles! 

È un paese di pescatori sulla costa, con delle rovine di un castello normanno, una spiaggia gigantesca e decine di cassette colorate affacciate sul mare.

Tenby è molto turistico, ci sono tantissimi gallesi che qui passano le vacanze estive. Ci godiamo il paesino e il sole che finalmente è tornato. Una lunghissima passeggiata fino al belvedere e poi cena.

Anzi, no. a Tenby, niente cena!

I pub sono tutti affollatissimi, i ristoranti non ne parliamo. Optiamo per un panino che ci mangiamo vista mare, seduti su una panchina.

tenby

Hotel: Taormina Guest House. Se fosse rimodernato non sarebbe male. E’ una tipica casa vittoriana, tutta moquette e scale strettissime. A due passi dal mare. Ma la moquette anche in bagno, diciamo che non dà proprio il senso di pulizia. La colazione è inclusa, ma se potete, andate altrove.

Noi non abbiamo trovato altro a Tenby, è stata una scelta obbligata. Nella strada non si può parcheggiare, ma c’è un parcheggio a pagamento a due minuti a piedi, sul mare.

Lasciate la macchia e quando la andate a riprendere, inserite il numero di targa e vi dice l’importo da pagare. Niente sbarre, niente biglietti.

galles costa

 

Itinerario tra Galles e Inghilterra, Giorno 6: Tenby ⇒Barry

mappa itinerario inghilterra galles

Dopo aver lasciato la ridente Tenby, iniziamo la nostra giornata al Laugharne Castle. Ha appena aperto e siamo gli unici visitatori.

E’ scenografico come tutti i castelli gallesi, ma la visita è breve perchè all’interno è praticamente vuoto.

galles

galles

Il paesino è delizioso e tutt’intorno un bel verde esalta le rovine. Pochi minuti di macchina più in là ci sono le rovine del Llansteffan Castle. L’entrata è gratuita, infatti ci sono solo poche mura.

Llansteffan Castle è sulla sommità di una collina, al posto del pavimento un prato verdissimo.

castelli galles llansteffan

Non è niente di paragonabile a un sito storico, però è bello.

Ci sono bambini e cani che corrono e lo smeraldo del prato fa sorridere a prescindere.

Una breve pausa pranzo sulla baia del paesino, fatta in compagnia dei gabbiani e di coloro che passeggiano sulla sabbia. Anche se c’è chiaramente scritto che è proibito. La baia infatti di notte è completamente sommersa dal mare, anche se così non sembrerebbe.

E si formano delle pericolosissimi sabbie mobili.

itinerario galles inghilterra

Riprendiamo l’auto e ci dirigiamo nella penisola del Gower, alla spiaggia di Rhossili. 

Preparatevi perché anche se i chilometri sono pochi, la strada è strettissima e molto, molto trafficata. In entrambe le direzioni. Però ascoltate me: ne vale la pena.

rhossili

La spiaggia di Rhossili (pagato il solito parcheggio esagerato) è spettacolare.

Enorme.

Calda di sole e fresca di vento.

Ci sono surfisti, bambini, cani e ragazzi che giocano sulla battigia. Eppure sembra solitaria. Lo spazio così ampio fa sì che nessuno dìa fastidio all’altro.

rhossili

Ci accomodiamo sulla sabbia asciutta e ci dedichiamo ad un’ottima pennichella pomeridiana.

Riprendiamo conoscenza quando la marea oramai si sta alzando. È giunto il momento di andare, in due ore che siamo qui, la spiaggia è quasi sparita e il mare sta avanzando.

A malincuore, ma arriviamo a Barry, giusto per la cena (al pub The Sir Samuel Romilly – affollatissimo, ma ok – ci faremo colazione anche la mattina successiva) e la notte. Hotel: The Mount Rooms.

Difficile da trovare, non ha insegne! Ma per il resto davvero ottimo: camera ampia e spaziosa, molto carina e niente moquette! Consigliato.

Itinerario tra Galles e Inghilterra, Giorno 7: Barry ⇒ Cardiff

Il settimo giorno è dedicato allo sfruttamento totale dell’Explorer Pass.

Ci facciamo il castello di Caerphilly, quello di Chepstow e la spettacolare Tintern Abbay.

Arriviamo in serata a Cardiff, dove ci dedichiamo alla visita della città. A piacermi più di tutti è la Cardiff Bay. Una lunghissima passeggiata sulla diga che accompagnata al tramonto, fa di Cardiff una città molto romantica!

Hotel: Premier Inn. 15 minuti a piedi dal centro di Cardiff, offre il solito materasso eccellente, wi-fi, pulizia a parcheggio proprio di fronte all’hotel. Consigliato.

 

Itinerario tra Galles e Inghilterra, Giorno 8: Cardiff ⇒ Bristol

Per arrivare a Bristol facciamo una piccola deviazione per visitare altri due villaggi delle Cotswolds da non perdere assolutamente: Castle Combe e Lacock.

castle combe itinerario

Arriviamo a Bristol e ci dedichiamo alla visita della città.

bristol

Hotel: Premier Inn City Centre High Market. E’ nel centro della città, si raggiunge a piedi praticamente tutto. Ha un parcheggio, a pagamento, sul tetto dell’hotel, molto comodo. Per il resto, il solito Premier Inn, consigliato.

 

Itinerario tra Galles e Inghilterra, Giorno 9: Bristol ⇒ Bath

La mattina la dedichiamo ancora a una passeggiata a Bristol, visto che possiamo lasciare la camera entro le 12, ne approfittiamo alla grande. Partiamo quindi per Bath, la città vittoriana e romantica per eccellenza.

Quello che vedere a Bath ve l’ho già detto qui, quindi non mi dilungo oltre.

bath cattedrale

bath itinerario inghilterra galles

Hotel: Devonshire House. Comodo se si ha un’auto con cui viaggiare, altrimenti è a circa 15 minuti di cammino dal centro di Bath (all’andata – diventano 30 al ritorno perché è in salita).

Buona la pulizia della camera, buona la colazione, un po’ rumorosa la camera (è proprio sulla strada principale che porta fuori Bath). Si può parcheggiare in strada, tutto sommato, consigliato.

 

Itinerario tra Galles e Inghilterra, Giorno 10: Bath ⇒ Londra

Lasciamo Bath per andare verso Londra, ma la prendiamo larga.

Prima visitiamo Stonehenge gratis e poi la deliziosa Salisbury, dove ci dedichiamo alla strepitosa cattedrale, quella della Magna Charta Libertatum.

Arriviamo in serata a Londra, dopo aver lasciato la nostra fida macchinina.

Hotel: Hub London Premier Inn. E’ un hotel hub, quindi la camera è piccolissima, ma molto, molto pulita. Tecnologia spinta all’estremo, self check-in e punto ristoro per the e caffè gratuito. Molto consigliato, sia per la pulizia che per la location. Ma se siete di quelli che passano tanto tempo in hotel, prendetene uno con camere più spaziose.

Comunque, consigliato.

bath

lacock

Salisbury

*************************************

Se state pensando di andare in Galles, forse vi interessa anche l’articolo 6 cose che non sapevo del Galles (prima di andarci)

Salva

Salva

Salva

Questo post è stato scritto da:

Francesca

Francesca

La capa, dalla cui mente è nato Chicks and Trips. Senese di nascita, europea per vocazione, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza e poi l'ha appesa al chiodo sopra la televisione, tanto le stampe come complemento d'arredo vanno di moda. Passa il suo tempo a scrivere atti più o meno pubblici, fare foto e cadere da cavallo. Se dovesse andare a Hong Kong, sceglierebbe un volo con scalo a Londra e un tempo di attesa di un paio di giorni, pur di farsi un giro nella città della Regina. Sogna di vincere alla lotteria e passare il resto della vita in un appartamento con camino a Mayfair. Autrice de "I Cassiopei (biografie non autorizzate) e di "Storia di Biagio".