Avete capito bene, in questo post vi svelerò ben due modi per visitare Stonhenge gratis. Il sito neolitico più famoso al mondo, senza pagare un soldo. Non c’è trucco, non c’è inganno.

Siete curiosi?

Stonehenge gratis

Innanzitutto chiediamoci: perché non pagare per vedere una cosa così famosa? E’ quello che mi sono chiesta io. All’inizio, mentre pianificavamo il viaggio in Galles e Inghilterra, Stonehange è stato subito messo tra le cose da visitare.

Come è mia abitudine, ho iniziato a leggere le recensioni di chi c’era già stato. Tutte sembravano dire la stessa cosa. Deludente e costosissima.

Però via, passiamo proprio di lì. Vogliamo non vederla? Davvero?

Stonehenge gratis

Il giorno prima di andare, chiediamo al proprietario di un b&b in cui pernottiamo. Vogliamo il parere di un locale. Vale la pena di pagare così tanto? La risposta è tranciante: NO. Meglio visitare Avebury, poco più a nord. Meno conosciuta e più bella.

Però non ci arrendiamo. La risposta viene da un blog inglese. Se vuoi vederla ma non vuoi spendere, puoi vederla gratis.

Come? Ecco svelato il mistero

Vedere Stonehenge Gratis: modo n. 1)

Il sentiero del National Trust. Dovete sapere innanzitutto che a Stonehenge non ci si può avvicinare. C’è una corda, lontana dal circolo di pietre circa 10/15 metri che impedisce a chiunque di avvicinarsi (la vedete qui sopra).

Quindi, anche se pagate il biglietto, la vedrete da lontano. Ebbene, quello che non tutti sanno, ma i locali sì, è che dietro la corda che impedisce l’accesso alle pietre, passa un sentiero. E’ su un terreno privato, ma è gestito dal National Trust, quindi è aperto sempre. E’ uno delle migliaia di sentieri che attraversano le campagne e i boschi della Gran Bretagna e che gli inglesi tanto amano.

Stonehenge gratis

Stonehenge gratis

Ecco, questo sentiero è a 4/5 metri dalla corda che vi dicevo prima. Nessuno vi impedirà di andarci. Nessuno vi impedirà di osservare Stonhenge da lì. A questo punto potete giudicare da soli se vale la pena oppure no.

Ma come si trova questo sentiero?

Ve lo spiego io.

Guidate lungo la A303. Se lo state facendo da Ovest verso Est, girate sulla strada che vi ho segnato qui sotto nella mappa. E’ una strada a sterro, piena di buche, ma non vi potete sbagliare. Ci saranno decine di altre auto e camper parcheggiati lungo la via. Non temete, non siete i soli a voler risparmiare.

 

Sentiero

Free view site

In fondo al post vi dirò quanto!

Parcheggiate l’auto e proseguite fino a che non trovate il cancello che dà l’accesso al sentiero. Anche qui non vi potete sbagliare, lo faranno in tanti. L’unico avvertimento è che non si possono portare cani, ci sono le mandrie al pascolo.

Una volta entrati, seguite il sentiero e dopo 5 minuti di passeggiata nella campagna inglese, vi trovate qui. Vedete l’altro pin che ho messo sulla mappa? Quello dove c’è scritto free view? La vista, da lì, è questa.

Stonehenge gratis

Vedere Stonehenge gratis: modo nr. 2)

Se proprio non avete voglia di sbattervi tanto, il mio secondo metodo è questo: diventate, per un mese, membri del National Trust. Con sole 5,40 sterline a testa (se siete in due, c’è lo sconto) potrete visitare, non solo Stonhenge, ma oltre 500 siti gestiti dal National Trust GRATIS.

Avete capito bene, GRATIS. Tra gli altri, anche le Romans Bath a Bath. Che anche quelle, costano una cifra!

Di questa seconda opzione ho scoperto solo al ritorno, purtroppo! Ma la prossima volta che mi trovo a girellare per la Perfida Albione, siate sicuri che diverrò un membro del National Trust anche io!

Stonehenge gratis

Stonehenge gratis

E ora il bello…

Vi siete sbattuti un po’, è vero (insomma, ho fatto tutto io!). Ma guardate quanto avete risparmiato:

Stonehenge gratis

A questo, aggiungete il costo del parcheggio se viaggiate in auto: 5 sterline.

Allora, che ne dite: vi piace la mia idea? Braccine corte, venite a me!!!

Questo post è stato scritto da:

Francesca

Francesca

La capa, dalla cui mente è nato Chicks and Trips. Senese di nascita, europea per vocazione, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza e poi l'ha appesa al chiodo sopra la televisione, tanto le stampe come complemento d'arredo vanno di moda. Passa il suo tempo a scrivere atti più o meno pubblici, fare foto e cadere da cavallo. Se dovesse andare a Hong Kong, sceglierebbe un volo con scalo a Londra e un tempo di attesa di un paio di giorni, pur di farsi un giro nella città della Regina. Sogna di vincere alla lotteria e passare il resto della vita in un appartamento con camino a Mayfair. Autrice de "I Cassiopei (biografie non autorizzate) e di "Storia di Biagio".