Carnac è un delizioso paesino bretone di poco più di 4000 abitanti. Si affaccia direttamente sull’Oceano Atlantico, e vanta una famosa stazione balneare.

Se vi troverete mai a girare per questa parte della Bretagna però, non è per vedere il mare che andrete a Carnac.

Ci andrete per vedere uno degli allineamenti di menhir più famosi al mondo. I menhir sono dei megaliti preistorici piantati nel terreno in verticale, dai nostri antenati. A Carnac c’è una delle concentrazioni di menhir più grandi del mondo. Non c’è bisogno di essere appassionati di preistoria per rimanere affascinati da questo fenomeno.

carnac menhir bretagna pietre megaliti

Poco fuori dall’abitato del paese, sulla strada che porta a Trinité-Sur-Mer, inizia uno dei luoghi più misteriosi che l’uomo abbia mai creato.

Dolmen enormi, camere sepolcrali e il famoso allineamento di Ménec. 1050 menhir (sì, avete capito bene: 1050!!!) disposti in 11 file che finiscono in un semicerchio composto da 70 menhir.

carnac menhir bretagna pietre megaliti

Proseguendo per la stessa strada si trovano l’allineamento di Kermario composto da 1099 menhir su 10 file e l’allineamento di Kerlescan, composto da 555 pietre e che termina con un semicerchio composto da 39 menhir.

Sì, detti così sono numeri impressionanti, ma non ci si riesce a immaginare.

carnac menhir bretagna pietre megaliti

Sono siti talmente estesi che si fa fatica a fotografarli interamente.

Queste enormi rocce piantate a terra, vanno avanti per file infinite. È uno spettacolo surreale, ma allo stesso tempo integratissimo con la natura. Sembra che siano lì perché li ha posti in file indiane un qualche dio. 

La datazione degloi allineamenti è ancora più sorprendente. Sono più vecchi delle piramidi di Giza, si pensa addirittura che le prime pietre siano state posate oltre 5000 anni a.c. e le ultime 2000 anni a.c.

Numeri impressionanti.

Le pietre di Carnac: cosa sono?

Nessuno lo sa. 

Una delusione, lo so! Le ipotesi sono tantissime, una più affascinante dell’altra. Calendari preistorici che contavano le stagioni o il cammino delle stelle. Luoghi di culto per la fertilità, monumenti funebri. Luoghi di siti esoterici composti da dolmen in cui sono incisi simboli oscuri.

Gli scienziati stanno ancora esaminando tutti i reperti trovati. Non è un’operazione facile, perché i siti nel tempo sono stati depredati, distrutti dagli elementi.

In passato i contadini spostavano le pietre per coltivare i campi!

carnac menhir bretagna pietre megaliti

Adesso gli allineamenti sono stati ripristinati, ma il perché della loro creazione, resta un mistero. Forse non riusciremo mai a saperlo, ma solo immaginare la loro funzione (se ne avevano una) è affascinante da morire.

Una leggenda popolare attribuisce la nascita dei megaliti addirittura a San Cornelio. Pare che il santo, inseguito dai romani che lo volevano uccidere, cercasse rifugio in mare ma, non trovando una nave disposta ad accoglierlo, trasformò i soldati che lo inseguivano in pietre.

Visitare Carnac

Il sito è vastissimo e impiegherete ore per vedere tutto. Ma attenzione: in tanti campi l’accesso è proibito, proprio per far rinascere la vegetazione che ha protetto le pietre durante i millenni e che il calpestio di migliaia di turisti rischiava di cancellare.

carnac menhir bretagna pietre megaliti

Carnac è un vero e proprio museo della preistoria a cielo aperto. 

Dintorni di Carnac: cosa vedere.

Io vi consiglio di spostarvi sulla costa e di cercare punti panoramici per poter osservare l’oceano. Poi, fate voi. 

****************************************

Ti è piaciuto? Pinnalo!

carnac menhir bretagna pietre megalitii

Carnac

Questo post è stato scritto da:

Francesca

Francesca

La capa, dalla cui mente è nato Chicks and Trips. Senese di nascita, europea per vocazione, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza e poi l'ha appesa al chiodo sopra la televisione, tanto le stampe come complemento d'arredo vanno di moda. Passa il suo tempo a scrivere atti più o meno pubblici, fare foto e pettinare gatti. Se dovesse andare a Hong Kong, sceglierebbe un volo con scalo a Londra e un tempo di attesa di un paio di giorni, pur di farsi un giro nella città della Regina. Sogna di vincere alla lotteria e passare il resto della vita in un appartamento con camino a Mayfair. Autrice de "I Cassiopei (biografie non autorizzate) e "Storia di Biagio".