La nostra amica Simona, dopo averci portato a Dublino, ci fa fare una breve gita a Galway.

FrancescaGi

Durante il viaggio che abbiamo fatto a Dublino abbiamo scelto di fare una piccola gita, perché dalla capitale si può raggiungere comodamente ogni angolo d’Irlanda.

C’è l’imbarazzo della scelta sia per chi ama i tour organizzati, prenotabili anche on line in anticipo, sia per chi invece vuole viaggiare in autonomia.

Visto che non amiamo molto i tour, considerando che partivano a orari non esattamente vacanzieri, e timorosi di trovare cattivo tempo, abbiamo deciso, la sera per la mattina dopo, di fare una gita a Galway utilizzando una delle compagnie di pullman che in poco più di due ore ti permette di arrivare da una costa all’altra.

Da Dublino gli autobus partono con regolarità dalle vicinanze di Ha’penny Bridge e arrivano alla stazione degli autobus che è praticamente in centro.

Galway, cosa vedere

Galway Quay

credits to Unsplash

La prima cosa che ci siamo trovati davanti a Galway è stato il parco di Eyre Square. Siamo rimasti stupiti dalla giornata estiva che ci siamo trovati davanti e dalle centinaia di persone che hanno preso d’assalto il prato assolato. Dal parco ci siamo diretti verso il Quartiere latino, con i suoi palazzi coloratissimi, i locali e gli artisti di strada. 

Su una stradina laterale abbiamo trovato un mercatino dove non ho perso l’occasione di farmi regalare il Claddagh Ring, il tradizionale anello di fidanzamento irlandese che deve il suo nome a un villaggio di pescatori che è diventato un quartiere di Galway.

Proseguendo lungo la via si arriva al fiume Corrib e al porto. Siamo passati sotto all’Arco spagnolo e abbiamo preso la Long Walk, una strada che conduce al porto di Galway che spicca per le case coloratissime.

Siamo tornati indietro, abbiamo attraversato il fiume, dove stazionano immancabili i cigni e le anatre, e ci siamo diretti verso il South Park, che si apre sul mare. Ci siamo fatti incuriosire dal faro e abbiamo percorso il molo che unisce la città alla Mutton Island, che purtroppo, come abbiamo scoperto a nostre spese, è chiusa al pubblico.

La nostra gita è finita qui, ma se avessimo avuto più tempo ci sarebbe piaciuto passare almeno un paio di notti in città per avere la possibilità di fare un’escursione alle isole Aran, vedere le Scogliere di Moher o fare un giro per i castelli del Connemara.

***********************

Ti è piaciuto? Salvalo su Pinterest!

error: Questo contenuto è protetto. Puoi chiedere il permesso all\'ADMIN