Quattro amici, una settimana di ferie a marzo e la decisione che un giro del Marocco ci vorrebbe proprio. Nasce così il nostro viaggio alla scoperta delle Città imperiali del Marocco.

Qui vi propongo l‘itinerario che abbiamo fatto noi, che ci ha portato da Casablanca a Rabat, Fez, Marrakech e di nuovo a Casablanca.

Città imperiali del Marocco day 1 – ROMA – CASABLANCA

Siamo partiti da Roma nel pomeriggio con volo Royal Air Maroc.

All’arrivo a Casablanca il tempo di una cena veloce in albergo (Barcelò Casablanca) e poi a dormire per iniziare al meglio il tour l’indomani mattina.

Città imperiali del Marocco day 2 – CASABLANCA – RABAT (KM 95)

Dedichiamo la prima parte della giornata alla visita di Casablanca, capitale economica del Marocco.

L’impatto complessivo è che sia ancora troppo europea per le nostre aspettative, ma iniziamo a respirare aria marocchina facendo un giro al mercato centrale e al quartiere di Habous.

Passiamo davanti al Palazzo Reale e attraversiamo il quartiere residenziale di Anfa.

Qui per la prima volta vediamo un venditore di acqua, una delle figure tipiche del folklore marocchino.

Indossa il caratteristico costume con il grande cappello di paglia ornato di fiocchi multicolori.

Porta a tracolla l’otre di pelle di capra, le ciotole di ottone e una campanella per annunciarsi alla gente. In cambio di qualche dirham, disseta i passanti.

Di sicuro di Casablanca non dimenticheremo la stupenda moschea HASSAN II.

Dopo pranzo partiamo per Rabat (Rive Hotel), capitale del regno. Se volete scoprire cosa ci ha riservato Rabat, lo trovate in questo post.

Day 3 – RABAT – MEKNES – FES (KM 260)

Dopo colazione partiamo per Meknes famosa per i suoi 40 km di mura che la cingono, ancora perfettamente conservati.

Ci fermiamo a vedere Bab Mansour, la più importante porta di entrata, la vecchia Medina, il quartiere ebraico e le stalle Reali.

Dopo pranzo proseguiamo per Moulay Idriss, città santa, dove è sepolto il fondatore dell’Islam in Marocco.

Nel pomeriggio arriviamo a Volubilis, dove una sosta è d’obbligo.

Arriviamo a Fès per la cena (Pickalbatros hotel).

Day 4 – FES

Dedichiamo l’intera giornata alla visita di Fès, “capitale culturale” del Marocco (gemellata con Firenze).

Si tratta della più antica delle Città Imperiali fondata da Moulay Idriss II, è considerata la culla della civiltà e della religione del paese. È qui che è nata la prima università religiosa del mondo islamico.

Forse non inizio con il piede giusto e rischio la vita dentro la vecchia Medina ma poi Fès mi lascia senza parole davanti alle sue concerie.

Fés ci ha accolti con una pioggia che metà bastava. Mai avrei pensato di passare la serata in albergo ad asciugare le scarpe con il phon.

Day 5 – FES – MARRAKECH (KM 485, 10 ORE CIRCA)

Prima colazione e partenza per Marrakech perché ci aspetta una lunga tratta, attraverso la regione del Medio Atlante passando per i villaggi berberi di Immouzer El Kandar e Ifrane.

Per pranzo ci siamo fatti consigliare un posto sperduto (e dove non saprei assolutamente tornare) dove abbiamo mangiato le samosas più buone del mondo.

Arriviamo a Marrakech nel tardo pomeriggio (Hotel Atlas Asni).

Day 6 – MARRAKECH

Intera giornata dedicata alla visita di “Marrakech la rouge” (dai colori ocra delle case e dei monumenti) la seconda delle Città Imperiali (dopo Fès), fondata nel XII secolo dalla dinastia degli Almoravides.

Questa città stupenda e leggendaria ci ha stupiti con i suoi tesori artistici, l’architettura ispano-moresca ed il verde dei giardini. Abbiamo passeggiato ammirando il giardino ed il bacino della Menara, le Tombe Saadiane, il Palazzo Bahia, la Koutoubia.

Day 7 – MARRAKECH

Dedichiamo la giornata a goderci pigramente Marrakech. Ci dirigiamo alla Medina, ci lasciamo avvolgere da odori, suoni, colori. Piazza Djemaa el-Fna ci stordisce.

Prendiamo una carrozza e ci facciamo portare ai Jardin Majorelle che sono una gioia per gli occhi e per il cuore. Beviamo  thé alla menta in continuazione, mangiamo datteri giganti, sperimentiamo cibi e sapori.

Day 8 – MARRAKECH – CASABLANCA – ROMA

È il giorno del ritorno a casa, ma lo menziono solo perché ci è successa una cosa che non si ripeterà facilmente: nel volo da Marrakech a Casablanca ci mettono in prima classe semplicemente perché ci sono posti liberi.

Per pochi minuti ci godiamo un volo extra lusso prima del ritorno alla realtà.

******************************

Ti è piaciuto? Pinnalo!

Marrakech

Casablanca

Fes

Rabat

Meknes

Questo post è stato scritto da:

FrancescaGi

FrancescaGi

Romana di nascita, sabina di azione, mamma di cuore. I suoi viaggi sono un mix tra il suo animo cittadino e l’amore incondizionato per la natura della mezza mela con cui condivide la vita. “Alla fine però sono venuti dei bei mix”, assicura lei. Chissà se la pensa così anche Luna, la coniglia nana più viziata del mondo, che li attende con pazienza a casa ogni volta. Anche se di fatto è un avvocato, Francesca dice di non avere ben chiaro cosa vuole fare da grande, ma sarà bene che lo capisca in fretta perché suo figlio di 3 anni le ha chiesto come regalo una Ducati Panigale!