Colmar è il villaggio praticamente perfetto, come Mary Poppins. Si trova in Alsazia, nella Francia orientale, quasi al confine con la Germania.
È denominato anche la “capitale dei vini” ed è uno dei settanta paesini che fanno parte della Strada dei Vini dell’Alsazia.

La cosa che colpisce immediatamente di Colmar sono i colori: camminare per le strade del centro storico o del quartiere Petite Venise rimette al mondo. Sembra uscito direttamente dal cartone la Bella e la Bestia.

Inserite la visita a questa delizia in un più ampio itinerario dell’Alsazia, rigorosamente on the road, e non ve ne pentirete.

Colmar è molto piccolo, lasciate l’auto all’hotel e godetevi le stradine in ciottolato totalmente a piedi.
Se non vi interessa entrare nei musei (ce ne sono diversi, ma nessuno particolarmente rilevante), un giorno intero basterà a vedere tutto con calma.

colmar alsazia

Cosa fare a Colmar: itinerario di un giorno

Visitare Petite Venise

La Petite Venise non ha assolutamente niente di Venezia, se non il fatto che tra le sue strade scorrono dei canali navigabili. La somiglianza finisce lì.
Nome a parte, il quartiere è bellissimo lo stesso.

Case a graticcio di tutti i colori, fiori e piante che rendono l’aria profumata e allegra.
La strada più rinomata di Petite Venise si chiama Quai de la Poissonerie, dove un tempo i pescatori vivevano e lavoravano.

Nel 1706 un gigantesco incendio distrusse oltre quaranta edifici (erano in legno). Tra il 1978 e il 1981 il quartiere è stato totalmente riqualificato fino a diventare come lo vediamo oggi.
Adesso è un posto di lusso, molto turistico e pieno di ristoranti e locali dove sedersi e godersi l’estate alsaziana.

alsazia colmar petite venice

Le Marché Couvert

Accanto alla Petite Venise si trova il mercato coperto, le Marché Couvert, un edificio pazzesco del 1864. Si affaccia direttamente su uno dei canali della Piccola Venezia.
In passato, le merci venivano trasportate direttamente sui canali e scaricate al mercato, senza intasare le vie cittadine. Ha mantenuto la vocazione originaria di mercato del cibo, ma è frequentato per lo più da turisti.
Ci siamo fermati per un piccolo pit-stop, giusto il tempo di prendere un boccone da mangiare e ripartire alla scoperta di Colmar.

colmar alsazia mercato

Centro Storico

A pochi passi dalla Piccola Venezia si trova il centro storico di Colmar. Come dicevo prima, tutto è molto vicino e a portata di “piede”. Se amate passeggiare è il luogo ideale.

Ci sono tantissimi edifici degni di nota. Vorrete entrare in ognuno di questi, sono fiabeschi per dirla in maniera banale.
La Maison Pfister, per esempio, ha un loggiato in legno coperto che il mio gatto adorerebbe. Fu edificata nel 1537 e fu donata alla città di Colmar sul finire del 1800.

Proseguendo si trovano l’Antica Dogana, che si affaccia su una piazzetta completamente ristrutturata nei primi anni 2000, la Collegiata di San Martino del 1235, il Corpo di Guardia. La Maison des Têtes del 1609, un tempo di proprietà della Borsa dei vini, è chiamata così per le 106 piccole teste grottesche che ne adornano la facciata. È un edificio a dir poco curioso.

Noterete che anche i palazzi “normali”, a Colmar, sono decorati in maniera buffa. Non sono sicura se fosse solo per il periodo estivo o no, ma queste decorazioni rendono il posto curiosamente pieno di energia, come se tutto fosse una scoperta straordinaria.
Mi è piaciuto tantissimo.

Curiosità

Passeggiando per le vie cittadine, noterete che tra i ciottoli delle strade ci sono incastonati indicatori in bronzo come questo qui sotto.
Sembra folle avere la Statua della Libertà ai propri piedi, in un piccolo paesino della Francia orientale, ma non lo è.
Il 2 agosto del 1834, nacque infatti a Colmar lo scultore Auguste Bartholdi, noto per aver scolpito la Statua della Libertà, donata dalla Francia agli Stati Uniti e installata all’ingresso del porto di New York.

Gli indicatori di cui vi parlavo portano direttamente al Musée Bartholdi, una delle principali attrattive turistiche di questa cittadina.

colmar statua della libertà bartholdi

Dove dormire a Colmar

Se siete in auto, il mio consiglio è di scegliere un posto subito fuori dal centro storico, in modo da non avere problemi di parcheggio. Le strade della Colmar vecchia sono infatti chiuse al traffico e diventa complicato spostarsi all’interno.

  • Economico: Ibis Budget Colmar Centre Gare — Se in un albergo cercate pulizia, comodità e non volete spendere tanto, il mio consiglio è di dormire in questo hotel a due passi dalla Petite Venise.
  • Medio Alto: Hotel Le Colombier— Vicinissimo alla Petite Venise, ha camere davvero bellissime ed è molto comodo per visitare Colmar.
  • Lusso: Suites Residences Spa – Nel cuore di Colmar, se potete spendere un po’ di più vi consiglio questi appartamenti con SPA all’interno, alcuni dei quali hanno anche un piccolo giardino.

***************************

📌 Ti è piaciuto? Salvalo su Pinterest!