Solo per curiosità: voi conoscete tutti coloro che sono sepolti nella Basilica di Santa Croce, a Firenze? Io non sapevo neanche di un decimo, ammetto la mia vergognosa ignoranza. Ma amando così tanto viaggiare, pongo rimedio alla mia deplorevole mancanza di conoscenza, visitando cose.

Così una mattina, passando da piazza Santa Croce, vedo che è assolutamente assente la solita, chilometrica e noiosissima fila alla biglietteria della Basilica e mi viene voglia di entrare. Non lo facevo, credo, dalle elementari.

(Mi scuso per la pessima qualità delle foto, ma essendo una visita non programmata, non avevo con me la mia fedele Nikon 🙁 )

Santa Croce: Tempio delle Itale glorie

Ugo Foscolo ne “I Sepolcri” la ribattezza il Tempio delle Itale gloriema più beata che in un tempio accolte serbi l’itale glorie,” perché al suo interno ospita tombe che definire illustri è riduttivo. A parte lo stesso Foscolo: Michelangelo, Galileo, Vittorio Alfieri, Rossini. Per citarne solo alcuni.

santa croce

All’interno ha opere di Donatello, Vasari, Cimabue, Della Robbia, Giotto e Canova. Sempre per citarne solo alcuni.

santa croce Foscolo

Santa Croce: i sepolcri

Dante: la tomba che non c’è.

Ebbene sì, il Sommo Poeta morì in esilio a Ravenna, dove è tutt’ora sepolto. La città romagnola si rifiutò di consegnare le spoglie di Dante a Firenze, che tanto lo aveva maltrattato e se le tenne per sé.  In Santa Croce però, oltre all’arcigna statua all’esterno, Dante è ricordato, eccome. In stile neoclassico il poeta è elevato alla gloria d’Italia, mentre la poesia piange sulla sua tomba.

santa croce tomba di dante

Michelangelo: il Vasari rende omaggio

Sì, la tomba di Michelangelo è un’opera del Vasari. Niente di meno. Al centro il busto di Michelangelo, al di sopra la Pietà. Da sinistra verso destra le tre muse del Maestro: Pittura, Scultura e Architettura, piangono la morte del genio che le ha domate e rese immortali.

santa croce

Vittorio Alfieri: lo piange l’Italia

Niente meno che del Canova è il monumento funebre a Vittorio Alfieri, anche questo un tripudio di marmo neoclassico con la statua dell’Italia Piangente che la fa da padrona.

Alfieri santa croce

Galileo Galilei: anche lui

Esattamente di fronte alla tomba di Michelangelo, quella di un altro Genio con la G maiuscola, Galileo Galilei. Galileo infatti nacque a Pisa esattamente il 15 febbraio 1564: tre giorni dopo moriva Michelangelo. Quasi un passaggio di testimone.

In realtà la tomba di Galileo è stata spostata nel luogo attuale solo nel 1737. Infatti, alla sua morte, stava ancora scontando la sua condanna per eresia. E seppellire un eretico in una chiesa, non era proprio il caso.

Quando le spoglie furono spostate, si scoprì che Galileo non era da solo nel suo immortale giaciglio. Nella tomba furono trovati altri due cadaveri: uno di Vincenzo Viviani, suo fedele allievo e uno di una donna molto giovane. Si pensa che si tratti di Suor Maria Celeste, figlia di Galileo.

galileo santa croce

Non tombe ma ricordi

In Santa Croce ci sono anche tante altre targhe in ricordo di italiani che hanno illuminato il mondo con le loro scoperte, anche se fisicamente non riposano nella Basilica. Enrico Fermi, Marconi, Leonardo da Vinci e Raffaello.

santa croce

santa croce

santa croce

santa croce

Santa Croce: capolavori en passant

Se dalla chiesa ci spostiamo e per caso capita di entrare nel refettorio, capita anche di vedere il Crocifisso di Cimabue, simbolo dell’Alluvione di Firenze. Poi il cielo della Cappella de’ Pazzi (progettata dal Brunelleschi), i chiostri (uno del Brunelleschi e uno di Arnolfo di Cambio) e le arcate, le ceramiche Della Robbia che ti si parano davanti nella Cappella de’ Medici.

santa croce Cimabue

santa croce

santa croce

santa croce

Sulla Basilica di Santa Croce sono stati scritti decine e decine di libri, non basterebbe una vita per esplorarla e decodificarla tutta. I secoli di storia hanno stratificato mille cose da conoscere ed esplorare. Per un’esplorazione più dettagliata vi consiglio di cliccare qui.

santa croce

santa croce

santa croce

santa croce

santa croce

santa croce

santa croce

***********************

Vi è mai capitato di avere sotto casa qualcosa per la quale i turisti fanno ore e ore di fila e di non visitarla da anni? A me, spessissimo! Raccontate nei commenti

Se avete voglia di visitare Firenze e di uscire dai soliti itinerari, vi consiglio di leggere:

 

 

Basilica di Santa Croce

Questo post è stato scritto da:

Francesca

Francesca

 

La capa, dalla cui mente è nato Chicks and Trips. Senese di nascita, europea per vocazione, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza e poi l'ha appesa al chiodo sopra la televisione, tanto le stampe come complemento d'arredo vanno di moda. Passa il suo tempo a scrivere atti più o meno pubblici, fare foto e cadere da cavallo. Se dovesse andare a Hong Kong, sceglierebbe un volo con scalo a Londra e un tempo di attesa di un paio di giorni, pur di farsi un giro nella città della Regina. Sogna di vincere alla lotteria e passare il resto della vita in un appartamento con camino a Mayfair. Autrice de "I Cassiopei (biografie non autorizzate) e "Storia di Biagio"