Se state pianificando un viaggio a Barcellona, visitare la Sagrada Familia deve essere assolutamente uno dei vostri must. Di tutte le cose da vedere a Barcellona, per me è stata la più sorprendente, nonostante non fosse la prima volta che la vedevo.

In questa guida alla Sagrada Familia, vi darò informazioni utili per la visita, vi indicherò dove acquistare i biglietti online e il loro costo.

Tenete però sempre presente una cosa: questo capolavoro di Gaudi è tuttora in costruzione, per cui alcune parti potrebbero essere “impallate” dai ponteggi – a discapito delle vostre foto – oppure chiuse.

La prima volta che ho visitato la Sagrada Familia era ancora il millennio scorso.

Io e i miei compagni di classe, eravamo a Barcellona per la famosa “gita di 5° superiore”. Quando mi trovai di fronte a queste guglie che assomigliavano più a quelle di un castello di sabbia che a quelle di una chiesa, non seppi davvero cosa pensare.

La seconda volta che ci sono tornata, ha avuto un diverso impatto.

Non è solo la chiesa più famosa di Barcellona, ma è anche il sito più visitato di Spagna, probabilmente uno dei primi al mondo.

Andare a Barcellona e non visitare la Sagrada Familia è un affronto. Non pensate neanche per un momento di non andare!

Sì, è affollatissima, ci sono code da fare e il biglietto è pure costoso.

Ma una volta al suo interno, non vedrete nessuno, non sentirete rumori e non penserete alla stanchezza dei vostri poveri piedi.

Rimarrete semplicemente a bocca aperta, davanti al bosco fatato di Antoni Gaudì.

Non hai tempo per leggere? Clicca qui per acquistare i biglietti salta-fila per la Sagrada Familia.

sagrada familia barcellona spagna

Cos’è la Sagrada Familia, il capolavoro incompleto di Antoni Gaudì

Antoni Gaudì è il più famoso architetto catalano, ma anche il più famoso architetto al mondo del suo tempo.

Fu un genio assoluto. Si ispirò alla natura per tutte le sue opere, rendendole inconfondibili.

La Pedrera, Casa Battlò, Park Güell e Casa Vinces sono tra le opere di Gaudì a Barcellona più note. Se passate un weekend a Barcellona, non potete perderle.

Ma non sono niente paragonati alla Sagrada Familia. La basilica più famosa di Spagna fu iniziata nel 1883 e deve ancora essere completata.

Gaudì iniziò il progetto nel 1880 e fu l’ultima delle sue opere, vi lavorò fino alla morte. Vi è addirittura sepolto.

Quando morì in un incidente stradale nel 1926, aveva passato gli ultimi 43 anni della sua vita a lavorare nella Sagrada Familia, che non era completata neanche per un quarto della sua interezza.

La fine della costruzione è prevista per il 2026/2028.

Si tratta di una basilica classificata come minore, di confessione cattolica, consacrata nel 2010 da Papa Benedetto XVI.

La Sagrada Familia non è solo bellissima e d’impatto, ma è un edificio molto complesso dal punto di vista della simbologia.

Più ne guardate i particolari (soprattutto all’esterno) e più ne scoprite i messaggi nascosti. Le porte in ferro battuto della facciata della Natività, fatte di foglie verdi, nascondono insetti di ogni tipo, rivelando le meraviglie del Creato.

 Consiglio vivamente di prendere il biglietto con inclusa laudioguida.

Se avrete voglia (e tempo) di ascoltarla tutta, rimarrete davvero colpiti dalle storie che questa basilica racconta, dentro e fuori.

Cosa sapere prima di visitare la Sagrada Familia

→ Accesso: si accede dalla Facciata della Natività, in Calle de la Marina.

→ Fotografia: La Sagrada Familia è presa d’assalto, non c’è un momento in cui non la troverete affollata. Il momento migliore per fotografarla è un’ora prima del tramonto. La luce all’interno, nella golden hour, diventa qualcosa di tangibile, che sembra di toccare con mano. Si possono fare foto ovunque, ma è vietato usare i treppiedi. Non si possono portare all’interno apparecchiature professionali.

→ Come vestirsi: È proibito entrare con le spalle scoperte, con gonne o pantaloncini troppo corti; non si possono indossare cappelli o vestiti trasparenti;  non è possibile entrare in ciabatte o a piedi nudi.

→ Cosa non si può portare all’interno: anche in questo caso, basta pensare a tutto quello che non si può portare in una chiesa. Non è possibile fumare o entrare con equipaggiamento fotografico professionale; gli animali non sono ammessi, fatta eccezione per i cani guida.

→ Sicurezza: per entrare si passa attraverso check point di sicurezza che controllano borse e zaini. Saranno trattenute tutti gli oggetti che possono diventare armi, anche i coltellini svizzeri.

→ Entrare gratis: è possibile visitare gratis la Sagrada Familia durante la messa. In questo caso però non è però possibile camminare all’interno, fare foto o salire sulle torri. La messa è solo in spagnolo e catalano. All’esterno, nella parte prospiciente Plaça Gaudì, troverete gli orari in cui si tengono i servizi.

→ Toilette: ci sono bagni all’interno del sito.

→ Cibo: non è permesso entrare con cibo e bevande. All’interno non ci sono luoghi di ristoro.

→ Accesso disabili. Ogni parte della Sagrada Familia, fatta eccezione per le torri, è accessibile con sedia a rotelle. L’ingresso per disabili è vicino al gift shop dalla parte della Natività. Ci sono videoguide con il linguaggio dei segni e audioguide descrittive in spagnolo, catalano e inglese.

Orari di apertura

Da novembre a febbraio: da lunedì al sabato dalle 9 alle 18; domenica dalle 10.30 alle 18.

Da marzo e ottobre: da lunedì al sabato dalle 9 alle 19; domenica dalle 10.30 alle 19.

Da aprile a settembre: da lunedì al sabato dalle 9 alle 20; domenica dalle 10.30 alle 20.

Troverete la basilica sempre aperta, ma ci sono occasioni speciali (raramente a dire la verità), in cui chiuderà le porte. Controllate sempre sul sito ufficiale prima di acquistare il biglietto.

Dove si trova la Sagrada Familia e come arrivarci con i mezzi pubblici

 La basilica si trova in Carrer de Mallorca numero 401, a Barcellona. È esattamente tra Plaça de Gaudí a nordest e Plaça de la Sagrada Família a sudovest. Nonostante il nome, non sono due piazze, ma due piccoli parchi, nei quali poter aspettare, seduti nel verde, l’orario di entrata previsto nel biglietto.

Ecco come arrivarci con i mezzi pubblici:

  • Metro: la metro è il mezzo più comodo e veloce con il quale spostarsi a Barcellona. Alla Sagrada arrivano le linee L2 e L5 – fermata Sagrada Família.
  • Bus: se preferite, i bus che arrivano alla Sagrada Familia sono i numeri 19, 33, 34, D50, H10, B24.
  • Bus turistico hop-on hop-off: I classici bus turistici aperti sopra, hanno una delle fermate proprio di fronte all’entrata. Se siete a Barcellona per la prima volta, è un ottimo modo per farsi scarrozzare per la città. Cliccate qui per prenotare un biglietto per l’autobus turistico.

gloria

SAGRADA FAMILIA: BIGLIETTI

Visto che è così popolare tra i turisti, è molto complicato trovare i biglietti in loco e sperare di entrare subito.

Le file alla biglietteria sono immense e i biglietti, a causa dell’affluenza ma anche per il fatto che la maggior parte dei visitatori ne è già munito, finiscono molto in fretta.

La prenotazione è praticamente obbligatoria: comprate il biglietto online!

Non mi viene in mente nessun motivo per il quale non prenotare online. Rischiereste di fare ore e ore di fila e poi di non entrare.

Con il biglietto, vi sarà indicato anche l’orario in cui presentarvi. Andate comunque prima, perché ci vorrà tempo per trovare l’entrata giusta, che non è così semplice come sembra.

E considerate che, se arrivate in ritardo, non vi sarà permesso di entrare e avrete buttato via i soldi.

Costo del biglietto

Come per qualsiasi altra attrazione, il prezzo del biglietto dipende da cosa vorrete includere durante la visita.

Intero: euro 26 – include l’audio guida;

Intero con tour guidato: euro 30;

Intero con accesso alle torri: euro 36;

Intero con tour guidato e accesso alle torri: euro 40.

Questi sono i prezzi se acquistate i biglietti dal sito ufficiale (solo in catalano).

Se acquistate i biglietti in loco, ammesso che li troviate, il prezzo può essere più alto di 4 o 5 euro.

Biglietti avanzati: euro 20. Le ultime 2 ore della giornata, se sono avanzati dei biglietti, vengono venduti in loco a un prezzo leggermente scontato.

Bambini sotto 11 anni: gratis.

Studenti sotto i 30 anni: sconto di 2 euro a biglietto. Mercoledì, giovedì e venerdì, le ultime due ore del giorno, possono avere uno sconto del 50%.

Disabili: gratis le ultime due ore della giornata, insieme a un accompagnatore.

Adulti over 65: hanno sconti sul prezzo che variano da 4 a 6 euro.

In tutti questi casi, comunque, deve essere prenotato un biglietto.

Il mio consiglio è di acquistare i biglietti online. Non andate senza averli già acquistati, non fate come me (la seconda volta che sono andata a Barcellona, non ho potuto visitare la basilica per questo motivo).

Il biglietto con l’audio guida è il più acquistato, chiaramente. Io l’ho trovata molto interessante ma, in caso di grande affollamento, parecchio scomoda. Il fatto è che tutti quelli entrati con lo stesso turno, si fermavano esattamente nel mio stesso punto – del quale ci stava parlando l’audio guida – nello stesso momento. Dopo un po’, diventa stancante!

Con l’audio guida il tour dura circa 50 minuti, dopo i quali siete liberi di restare all’interno per conto vostro.

Con il senno di poi, avrei fatto un tour guidato. I gruppi sono di circa 20/30 persone.

facciata natività sagrada familia antoni gaudì

Dove comprare i biglietti online per la Sagrada Familia

1 – Sito ufficiale

Sul sito ufficiale si possono trovare i biglietti con tutti gli sconti che ho elencato qui sopra. È il sito più aggiornato ma, una volta acquistato, non si può avere un rimborso in caso di necessità.

2 – Biglietteria in loco

La biglietteria che trovate nei pressi vende biglietti solo per lo stesso giorno, non per quelli successivi.

I prezzi, come ho scritto sopra, sono più alti di quelli online. Il tutto è fatto per scoraggiare visitatori dell’ultimo momento e per avere sempre tutto pianificato alla perfezione, in modo da controllare meglio gli accessi.

La biglietteria si trova in Carrer de Sardenya. All’esterno ci sono dei maxischermi che indicano i biglietti ancora disponibili per una determinata ora.

3 – Terze parti

Ci sono numerosi altri siti nei quali acquistare i biglietti per la Sagrada Famiglia. In alcuni casi, il prezzo è leggermente superiore, ma vi spiego perché ne vale la pena.

In tutti i casi che vi elenco qui sotto, la prenotazione è cancellabile entro le 24 ore dalla visita, con rimborso completo del prezzo pagato.

Ho sempre trovato questo fatto molto vantaggioso, soprattutto quando, come nel caso della Sagrada Familia, sono costretta a prenotare molto in anticipo.

Cliccate qui per prenotare un biglietto con audioguida

Cliccate qui per acquistare un biglietto con ingresso prioritario per piccoli gruppi

4 – Visite guidate

Come dicevo sopra, una bellissima opzione è quella di acquistare il biglietto comprensivo di un tour guidato, con accesso alle torri.

Cliccate qui per prenotare un tour guidato.

facciata natività spagna

Biglietti finiti: cosa fare?

Non disperate! Probabilmente in uno dei siti che ho segnalato sopra, i biglietti sono ancora disponibili.

Se non lo sono, cercate un tour che comprenda anche l’ingresso prioritario, come questo qui sotto.

Cliccate qui per prenotare un tour privato inclusivo di biglietto.

Tour dei capolavori di Gaudì con biglietti a ingresso prioritario

La Sagrada Familia non è l’unico capolavoro di Gaudì a Barcellona, tutt’altro.

Questo tour include una visita guidata a Park Guell e alla Sagrada Familia, con inclusi i biglietti a ingresso prioritario a entrambi i siti.

Tenete sempre presente però che, durante l’alta stagione, i biglietti si prenotano anche un mese prima, quindi non fatevi cogliere impreparati!

City Card che includono il biglietto alla Sagrada Familia

Se state facendo un itinerario a Barcellona, probabilmente vorrete vedere più attrazioni turistiche e non solo la Sagrada Familia.

In questo caso, è intelligente acquistare una carta turistica, che preveda l’ingresso a più attrazioni, in modo da risparmiare denaro e tempo.

Questo tipo di carte, infatti, permettono di entrare in più attrazioni risparmiando sul prezzo del biglietto ed evitando tediose file in biglietteria.

Dovrete comunque confermare data e ora di ingresso, non potete solo acquistare la carta e presentarvi all’ingresso della basilica.

Go City Explorer Pass Barcellona -> con questa carta, potrete visitare, a scelta (chiaramente cambia il prezzo!) 2, 3, 4, 5, 6 o 7 principali attrazioni a scelta e risparmiare fino al 35% sull’acquisto di biglietti per le restanti attrazioni.

Ha una validità di 60 giorni dal primo utilizzo. Con questo pass, potrete partecipare a un tour della Sagrada, visitare La Pedrera di Gaudí e fare anche un giro autobus hop-on hop-off della durata di un giorno.

antoni gaudì interno

Cosa vedere nella Sagrada Familia: l’esterno

Vista da fuori sembrano tanti edifici diversi, uno per ogni lato.

Ci sono tre differenti facciate: la Natività a Est, la Passione a Ovest e la Gloria a Sud.

Ha 18 torri. Ogni facciata ha 4 torri e tutte insieme rappresentano i 12 apostoli. Le altre torri rappresentano i 4 evangelisti, oltre a Maria e Gesù.

La facciata della Natività

È la parte dalla quale si entra e si inizia la visita. Fu la prima a essere completata ed è dedicata alla nascita di Gesù, come dice il nome. Le 4 torri sulla facciata della Natività rappresentano i 4 evangelisti. Questa parte è talmente bella da essere diventata, da sola, Patrimonio UNESCO.

La facciata della Passione

Questa è la parte che si vede uscendo dalla Metro Sagrada Familia, accanto a Plaça Gaudì. Rappresenta la sofferenza di Cristo durante la crocifissione.

La costante di questa facciata, molto diversa dalla Natività, è il numero 33, l’età di Cristo al momento della morte, che si ritrova ovunque.

Anche in questo caso, l’audioguida vi sarà utilissima.

La facciata della Gloria

L’ultima facciata è quella della Gloria. Rappresenta l’ascesa dell’anima a Dio: la Morte, il Giudizio Finale, la Gloria e l’Inferno.

L’interno della Sagrada Familia: l’architettura della Luce

Se l’esterno colpisce per le sue torri che si stagliano verso il cielo e per i mille simbolismi che lo compongono, l’interno lascia senza fiato.

La sensazione che si prova è difficile da descrivere, è come se la Sagrada Familia fosse fatta di luce pura.

Non mi viene altra espressione. Linterno è stato costruito con la LUCE. È possibile una cosa del genere? Ha senso? Non lo so. L’istinto è di guardare in alto, sempre.

Le colonne, le finestre colorate, le navate. Tutto conduce gli occhi verso lalto, verso il cielo, verso Dio.

Non sono una cattolica praticante, ma dentro la Sagrada Familia, si respira lo spirito. Santo, del Bosco, delle Foreste, di Dio, scegliete voi.

La navata centrale è altra 48 metri e lunga 60.

Le dimensioni impressionano, ma è la luce che crea, edifica e scalda. I soffitti sono semplicemente bellissimi.

Anche all’interno, le tre facciate esterne si distinguono dai colori delle vetrate. La facciata della Passione è gialla, con sfumature rosse e arancio. La Natività ha le sfumature serene del blu e del verde.

Se c’è il sole all’esterno, la luce è ancora più stupefacente. Vi sembrerà di essere in un bosco con le fate.

bosco fatato gaudì

La Cripta

La  cripta è situata al di sotto della navata principale, ed è il luogo di sepoltura di Gaudi.

È aperta solo ed esclusivamente durante la messa, secondo questi orari:

  • da lunedì a venerdì dalle 9 alle 10 e dalle 18 alle 21;
  • Sabato e domenica: dalle 9 alle 14 e dalle 18 alle 21

Così come la facciata della Natività, anche la cripta è patrimonio UNESCO.

Il Museo

Si trova anche questo al di sotto della navata principale e mostra la storia del sito e della costruzione, oltre a dare molte informazioni sulla vita dell’architetto catalano che ideò la Sagrada.

crocifisso sagrada familia

Le torri della Passione e della Natività

Al momento, è possibile salire esclusivamente sulla torri della Passione e della Natività.

Per farlo, avrete bisogno di un biglietto extra, che non è incluso nel biglietto ordinario. Se volete salire, assicuratevi di acquistare il biglietto inclusivo di quanto vorrete fare.

Vale la pena salire sulle torri? Decisamente sì, offre una vista su elementi che non sarebbero visibili dal basso.

vetrate barcellona

Dove alloggiare a Barcellona, vicino alla Sagrada Familia

Il capolavoro di Gaudì si trova nella parte nord del quartiere Eixample, al confine con il quartiere Gracia.

Si tratta di una parte centrale e amatissima dai turisti, ben servita dai mezzi pubblici e con una grande quantità di locali in cui mangiare.

Trovare da dormire nei pressi della Sagrada Familia è davvero semplice, ecco alcuni suggerimenti:

Boutique Hostemplo Sagrada Familia, Pasaje Gaiola 19. Situato in posizione strategica, a soli 100 metri dalla Sagrada, ha camere con balcone e anche, su richiesta, con vasca idromassaggio.

Radisson Blu 1882 Hotel, Carrer de Còrsega 482. Leggermente più distante del precedente, ha una terrazza con vista sul capolavoro di Gaudì, piscina e centro fitness.

Weflating Modern Diagonal, Avenida Diagonal 318. Se invece preferite alloggiare in un appartamento, questa sistemazione si trova direttamente sulla Diagonal, a poche centinaia di metri dalla Sagrada, nella via più famosa di Barcellona.

*****************************************

Ti è piaciuto? Salvalo su Pinterest!

pin sagrada familia

Questo post è stato scritto da:

Francesca

Francesca

 

La capa, dalla cui mente è nato Chicks and Trips. Senese di nascita, europea per vocazione, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza e poi l’ha appesa al chiodo sopra la televisione, tanto le stampe come complemento d’arredo vanno di moda. Passa il suo tempo a scrivere atti più o meno pubblici, fare foto e cadere da cavallo. Se dovesse andare a Hong Kong, sceglierebbe un volo con scalo a Londra e un tempo di attesa di un paio di giorni, pur di farsi un giro nella città della Regina. Sogna di vincere alla lotteria e passare il resto della vita in un appartamento con camino a Mayfair. Autrice de “I Cassiopei (biografie non autorizzate) e “Storia di Biagio

 

5/5 - (25 votes)