Dormire a Firenze.

Firenze è una delle città d’arte più visitate d’Italia, seconda solo a Roma e Venezia. 

Quindi, anche se 2 giorni a Firenze sono sufficienti per vedere la maggior parte delle principali attrazioni turistiche, si deve pianificare bene il proprio soggiorno.

Se decidete di dormire a Firenze centro (cosa che vi consiglio perché passeggiare di sera per le strade del centro storico è molto affascinante) dovete conoscere bene i 4 quartieri e sapere quali sono tutti i pro e contro di ognuno di essi.

Sebbene infatti il centro storico sia relativamente piccolo (e chiuso al traffico!), essendo una città molto turistica, Firenze offre parecchie soluzioni per alloggiare. A seconda delle vostre esigenze, di quello che cercate da un soggiorno in questa città, di quello che volete vedere, di come arrivate a Firenze ecc., potrete scegliere la zona migliore per alloggiare a Firenze.

Ecco dunque una guida, fatta da local, nella quale vi indico le 3 zone in cui secondo me è consigliabile alloggiare e una che, a mio parere, è da evitare. 

Dormire a Firenze: un consiglio al volo

Se non avete tempo di leggere tutto il post, vi consiglio al volo un hotel in cui dormire, che abbia tutto quello che un turista possa richiedere da un soggiorno a Firenze:

  • Hotel NH Porta Rossa: una catena internazionale che ha alberghi ovunque, sono dei veri professionisti dell’ospitalità. L’hotel si trova nel pieno centro storico di Firenze, a due passi da Piazza della Signoria. Ha un parcheggio (a pagamento), accetta animali domestici e ha camere familiari. Ottima la colazione servita direttamente in hotel. Altrimenti, nelle vicinanze ci sono decine di ottime caffetterie, forni e pasticcerie in cui mangiare a qualsiasi ora del giorno e della notte.

I 4 quartieri storici di Firenze

Prima di iniziare, dovreste conoscere quali sono le zone di Firenze che vi consiglio, e perché sono proprio 4.

Fin dalla prima metà del 1300, Firenze è stata suddivisa in 4 quartieri storici: Santa Maria Novella, San Giovanni, Santa Croce e Santo Spirito.

I quartieri sono esattamente quelli che partecipano al Calcio Storico Fiorentino. Durante la manifestazione, i quartieri prendono il nome di un colore, assegnato nel 1930, in occasione della prima rievocazione storica: i rossi di Santa Maria Novella, i verdi di San Giovanni, gli azzurri di Santa Croce e i bianchi di Santo Spirito. 

Per farvi scegliere in maniera più consapevole a seconda delle vostre esigenze e per darvi un’idea della zona della città di cui stiamo parlando, sotto al post troverete una mappa con questi colori (i bianchi un po’ grigini, ma ho sbagliato candeggio ;-)). 

Mi sto riferendo chiaramente solo al centro storico di Firenze, non ai quartieri più periferici. 

Però, se durante il vostro soggiorno a Firenze volete allontanarvi dal caos, dopo i 4 quartieri del centro troverete anche una zona più “di campagna” che potrebbe soddisfare le vostre esigenze.

Partiamo con le 3 zone nelle quali vi consiglio di alloggiare. 

Attenzione: si tratta di una vera e propria classifica personale – e quindi totalmente arbitraria e soggettiva – delle mie zone preferite 😉

dove dormire a firenze

grazie a Simona di Oltreleparoleblog

Dove alloggiare a Firenze: Santo Spirito 

Santo Spirito è il quartiere Oltrarno, quello sulla riva opposta a Piazza della Signoria. La rive gauche dell’Arno, per capirsi. 

Prende il nome dalla Basilica di Santo Spirito (della quale vi ho parlato nel post su cosa vedere a Firenze). È il quartiere del centro storico più lontano dal caos dei turisti e più vicino alla Firenze popolare che personalmente preferisco. 

È un quartiere pieno di locali, caffetterie e negozi di artigiani. Pieno di giovani e studenti a tutte le ore del giorno e della notte. In estate in particolar modo, Piazza Santo Spirito è una delle piazze della movida fiorentina, insieme a Piazza Sant’Ambrogio, nel quartiere di Santa Croce, del quale vi parlo più avanti.  

Oltrarno è leggermente più economico del resto del centro storico, ma è comodo quanto i quartieri più quotati come San Giovanni o Santa Croce. 

Per arrivare dall’altra parte dell’Arno vi basterà attraversare Ponte Vecchio o Ponte Santa Trinita. Sono 5 minuti a piedi che vi permetteranno di andare da una Firenze nella quale vive la gente, a una popolata soprattutto da turisti.

Cose da vedere Santo Spirito:

Perché scegliere Santo Spirito:

  • è più local degli altri quartieri e ci sono meno turisti;
  • ha degli ottimi ristoranti, locali e caffetterie.

Perché non scegliere Santo Spirito:

  • il trasporto pubblico è difficoltoso;
  • è relativamente lontano dalla stazione dei treni;
  • non ha grandi parcheggi nelle vicinanze.

Dove dormire a Firenze in Santo Spirito: i migliori hotel

  • OTTANTOTTO FIRENZE, Via dei Serragli 88: un hotel speciale, in un palazzo storico, con camere nuovissime e arredate con gusto. Ha un bar interno e un giardino a disposizione degli ospiti (a Firenze è una rarità!).
  • OLTRARNO SPLENDID, Via dei Serragli 7: posizione strategica, a 5 minuti a piedi da Ponte Vecchio. Anche qui le camere sono arredate con gusto eclettico, rispettoso del luogo e della storia. Colazione TOP!
  • PONTE VECCHIO SUITES & SPA, Via dei Belfredelli 9: sulla riva dell’Arno, in una posizione eccezionale. L’hotel, oltre a camere spaziose e letti comodissimi, offre una SPA a pagamento con sauna e bagno turco.

facciata palazzo pitti

Dove alloggiare a Firenze: Santa Croce

La seconda zona mia preferita, quella di Santa Croce, è il quartiere più vicino al centro storico, ma che ancora conserva la sua aria fiorentina schietta. 

Prende il nome dalla Basilica di Santa Croce, il Pantheon degli Italiani, dove riposano, tra gli altri,  Michelangelo e Galileo. Vi ho parlato in questo post di come e dove trovare i biglietti per visitare Santa Croce, cosa che dovete assolutamente fare, anche se siete a Firenze per un solo giorno. 

Anche questo quartiere, come Santo Spirito, è una zona vivace per la presenza di tantissimi locali notturni, ristoranti, bar e pasticcerie in cui mangiare l’impossibile. 

A Santa Croce c’è il famoso mercato di Sant’Ambrogio, attiguo all’omonima piazza, dove acquistare prodotti alimentari tipici della zona e pranzare alla Trattoria Rocco, una vera istituzione in città.

Da Santa Croce, in 10 minuti a piedi si arriva al Duomo e in 20 minuti alla stazione di Santa Maria Novella. 

In questa zona troverete due chioschi che vendono il famoso panino col lampredotto (si tratta di un panino tipo rosetta, riempito con frattaglie dello stomaco dei bovini: una specialità del luogo): uno in Piazza Sant’Ambrogio e uno in Piazza Beccaria.

A Santa Croce si può arrivare abbastanza agevolmente in auto. C’è un bel parcheggio multipiano subito al di fuori del quartiere, che vi indico nella mappa in fondo al post. È una cosa da tenere presente se arrivate a Firenze con la vostra macchina.

Cose da vedere a Santa Croce:

Perché scegliere Santa Croce:

  • per il mercato di Sant’Ambrogio;
  • per l’aria di Firenze vera che ha;
  • per gli ottimi ristoranti (anche stellati) e i chioschi di lampredotto;
  • perché si arriva a piedi nel centro storico, ma è ancora abbastanza distante da essere più vivibile e meno turistico;
  • c’è un grande parcheggio subito fuori dal quartiere nel quale parcheggiare se avete auto al seguito.

Perché non scegliere Santa Croce:

  • le sere d’estate Piazza Sant’Ambrogio è parecchio affollata e non molto silenziosa (basta scegliere un alloggio lontano dalla piazza ed è tutto risolto!).

Dove dormire a Firenze a Santa Croce: i migliori hotel

  • CANTO DEGLI ARANCI, Via Verdi 5: un luogo dove anticamente si incontravano artisti e poeti. Oggi è un hotel nuovissimo, con camere familiari, una colazione eccellente e un parcheggio convenzionato a meno di 5 minuti a piedi.
  • AQA PALACE, Via dell’Acqua 2: una posizione strategica, un palazzo storico accanto al Museo del Bargello, a pochi minuti da Piazza della Signoria. La colazione viene servita in una caffetteria nei pressi del palazzo.
  • ANTICA DIMORA DE’ BENCI, Via de’ Benci: anche in questo caso si tratta di un palazzo storico, arredato in stile tipico toscano. Animali ammessi e adorati, hanno disponibili anche camere familiari.

basilica santa croce

Dove alloggiare a Firenze: San Giovanni

Il Quartiere di San Giovanni è il centro storico vero e proprio di Firenze. È il quartiere del Duomo, degli Uffizi e di Ponte Vecchio. Anche se tecnicamente sono nel quartiere di Santa Croce, sono più vicini a San Giovanni che a Santa Croce. Quasi tutto quello che vorrete vedere a Firenze si trova in questa zona. 

È la migliore zona in cui dormire se visitate Firenze per la prima volta. Piazza della Signoria e Piazza della Repubblica sono il cuore di questa città e si trovano a 5 minuti a piedi. In realtà, troverete tutto quello che cercate a pochi minuti a piedi, se decidete di dormire a San Giovanni. 

Si tratta però, della zona più frequentata dai turisti e quindi anche più costosa. Ci sono alcuni degli hotel più belli di Firenze, ma trovarne uno con parcheggio sarà difficile. È una zona bellissima, specialmente la sera. C’è il caos delle aree molto turistiche, ma al calar del sole, la situazione si calma e diventa più vivibile. 

Le vie del centro sono sempre molto affollate, specialmente da aprile a ottobre. Troverete ottimi ristoranti, ma la maggior parte dei locali è fatta per turisti. Non che ci sia nulla di male, ma la qualità del cibo si abbassa sensibilmente. Al contrario, i prezzi si alzano. A San Giovanni, si paga la location, come direbbe Alessandro Borghese di 4 Ristoranti.

Cose da vedere a San Giovanni:

  • il Duomo;
  • il Battistero di San Giovanni;
  • il Campanile di Giotto;
  • la Galleria dell’Accademia;
  • San Lorenzo;
  • il Mercato Centrale;
  • Palazzo Medici Riccardi;
  • praticamente tutto.

Perché scegliere San Giovanni

  • è il centro di Firenze;
  • a piedi si arriva a tutte le maggiori attrazioni e siti da visitare a Firenze;
  • è vicino a tutti gli altri quartieri, quindi potete visitarli tutti.

Perché non scegliere San Giovanni:

  • è affollatissimo di turisti;
  • gli hotel sono più costosi che nelle altre zone.

Dove dormire a Firenze in San Giovanni: i migliori hotel

    • PALAZZO NICCOLINI AL DUOMO, Via dei Servi 2: volete svegliarvi con la Cupola del Brunelleschi al di là della finestra o ammirarla mentre vi fate un bagno nell’idromassaggio? Non ho bisogno di aggiungere altro, credo.
    • ARTE’ BOUTIQUE HOTEL, Via Cavour 14: vicino al Mercato Centrale, con camere arredate in maniera deliziosa, offre servizio in camera, colazione a buffet e parcheggio.
    • HOTEL SPADAI, Via dei Martelli 12: uno degli hotel più famosi di Firenze, è praticamente di fianco a Palazzo Medici Riccardi. Ha un eccellente rapporto qualità/prezzo e una colazione super!

nh porta rossa firenze

Dove alloggiare a Firenze: Santa Maria Novella

Alloggiare vicino alla stazione ha i sui vantaggi, su questo non c’è dubbio. Puoi arrivare a qualsiasi ora, con treni o bus e hai la camera a meno di 3 minuti a piedi.

Questo è senz’altro positivo.

La cosa negativa, l’unica, è che le stazioni in genere, e Santa Maria Novella non fa eccezione, non sono esattamente luoghi raccomandabili, da una certa ora in poi.

Specialmente se si viaggia da sole/i. 

Firenze è una città relativamente piccola, con poca criminalità, ma quella che c’è, si trova in determinati luoghi. Non ci nascondiamo. La Stazione di Santa Maria Novella è uno di questi. Io non alloggerei in questa zona e lo dico da persona che i treni li prende spesso. E sono pure figlia di un ferroviere.

In particolare modo se amate la vita notturna, oppure anche solo se uscite la sera a cena… oppure se dovete prendere un treno al mattino presto, bisogna avere occhio in queste zone. Lo dico perché sembrerebbe ovvio, ma ho letto alcuni post in giro per l’internet dove una blogger in particolare non trovava motivo per sconsigliare di dormire intorno alla stazione SMN. Chiaramente questa persona non ha alloggiato in questa zona, e non l’ha visitata dopo il tramonto. 

Ecco, leggete qui

Se volete stare in questa zona, che è senza dubbio comoda, vi consiglio di scegliere un hotel dalla parte di Piazza Santa Maria Novella verso il centro o verso l’Arno, e non verso le Cascine (dove ovviamente troverete hotel più economici!). Se poi siete un bel gruppo, allora non dovreste avere problemi, basta avere l’accortezza di stare sempre insieme quando siete nei paraggi della stazione.

Comunque, il quartiere di Santa Maria Novella ha anche degli ovvi vantaggi, primo fra tutti quello di essere vicini alla stazione e a un grande parcheggio sotterraneo. 

Non solo, è a 10 minuti a piedi dal Duomo e da tutte le maggiori attrazioni di Firenze. 

Cose da vedere a Santa Maria Novella:

Perché scegliere Santa Maria Novella:

  • è vicina alla stazione dei treni e alla tranvia;
  • a piedi si arriva a tutte le maggiori attrazioni e siti da visitare a Firenze;
  • hotel e ristoranti non sono così costosi come in centro.

Perché non scegliere Santa Maria Novella:

. è vicina alla stazione dei treni e dopo una certa ora bisogna essere cauti.

Dove dormire a Firenze a Santa Maria Novella: i migliori hotel

  • PALAZZO GADDI, Via del Giglio 9: un hotel in un palazzo storico bellissimo, della catena NH. Mi piace alloggiare in questi alberghi, perché sono comodissimi e professionali e risolvono i problemi in 5 minuti.
  • SANTA MARIA NOVELLA WTB HOTELS, Piazza Santa Maria Novella 1: la location è da favola, molto comoda e ha un panorama pazzesco. A disposizione degli ospiti anche una palestra e una sauna, se siete tipo sportivi.
  • 25HOURS HOTEL PIAZZA SAN PAOLINO, Piazza di San Paolino 1: ha un giardino delizioso e le camere arredate in maniera pazzesca. È pulitissimo e accettano animali, ciclisti, di tutto insomma!

Dove dormire nei dintorni di Firenze

Trovare un alloggio in una zona in collina, può essere molto comodo se avete intenzione anche di visitare i dintorni di Firenze.

Fiesole, per esempio, sulla collina a nord che circonda la città, è la miglior opzione. Si trova in alto rispetto a Firenze e d’estate avrete un po’ di respiro dal caldo opprimente. Inoltre, è una bellissima cittadina, con degli scavi romani davvero interessanti da visitare e una piazza con parecchi ristoranti in cui cenare.

  • RESIDENCE FIESOLE, Via degli Artigiani 1, Fiesole. Ha il parcheggio gratutito, camere familiari, accetta animali. È vicino agli scavi archeologici e alla fermata del bus che porta a Firenze.
  • VILLA SAN MICHELE, Via Doccia 4, Fiesole. Si tratta di un hotel realizzato in un ex convento, in un posto bellissimo, con giardini terrazzati e altre cose meravigliose.
  • DIMORA SALVIATI, Via Edison 12, Firenze. Non si trova a Fiesole, ma sulla strada che arriva da Firenze. È una bella zona, da considerare se arrivate in auto e volete stare lontano dal caos.

Infine, se volete restare vicini a Firenze senza allontanarvi, ma preferite alloggiare in un luogo più verde del centro storico, vi consiglio di dare un’occhiata a VILLA CORA, Viale Machiavelli numero 18. Ha un giardino strepitoso, oltre alla piscina e al ristorante.

MAPPA DI DOVE DORMIRE A FIRENZE: 3 ZONE CONSIGLIATE E UNA ZONA DA EVITARE

In quale zona è meglio alloggiare a Firenze?

Se volete dormire nel centro storico, a mio parere la zona migliore è Santo Spirito, seguita da Santa Croce.

Dove dormire a Firenze e spendere poco?

Santo Spirito è la zona più economica, altrimenti subito fuori dal centro storico, a Villa Cora (ne ho parlato qui sopra).

Quanto costa dormire una notte a Firenze?

Dipende da tanti fattori: il periodo, la zona, l’hotel. Diciamo da 60 euro fino a 6000!

Questo post è stato scritto da:

Francesca

Francesca

La capa, dalla cui mente è nato Chicks and Trips. Senese di nascita, europea per vocazione, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza e poi l'ha appesa al chiodo sopra la televisione, tanto le stampe come complemento d'arredo vanno di moda. Passa il suo tempo a scrivere atti più o meno pubblici, fare foto e pettinare gatti. Se dovesse andare a Hong Kong, sceglierebbe un volo con scalo a Londra e un tempo di attesa di un paio di giorni, pur di farsi un giro nella città della Regina. Sogna di vincere alla lotteria e passare il resto della vita in un appartamento con camino a Mayfair. Autrice de "I Cassiopei (biografie non autorizzate) e "Storia di Biagio".

5/5 - (6 votes)