Londra è la mia casa lontano da casa, la città che amo di più al mondo.

Ci sono stata talmente tante volte, che oramai la conosco abbastanza bene. Mi sono resa conto che quando metto piede nel suolo inglese, adotto automaticamente degli atteggiamenti o approfitto di alcune cose, senza neanche rendermene più conto.

Mi accorgo di come cambia il mio atteggiamento, solo guardando gli altri visitatori stranieri. Mi viene da pensare “Ecco, questo è italiano!”, dal modo in cui prova a saltare la fila o quando viene apostrofato in malo modo per un comportamento scorretto.

Allora mi sono messa a pensare e ho buttato giù alcune idee che mi sono venute per aiutare chi visita Londra per la prima volta. Ci sono delle cose da sapere, altre di cui approfittare e che avrei tanto aver saputo quando ci andai io for the first time, nel lontano 2006.

First-timers.

Ecco come si chiamano quelli che non sono mai stati a Londra e che ci mettono piede per la prima volta nella loro vita. Con il tipico pragmatismo inglese, si mette insieme first (primo) time (volta) e si aggiunge il suffisso –er (colui che). 

Colui che visita Londra per la prima volta: London first-timer. Per tutti coloro là fuori che non hanno mai avuto la fortuna di passeggiare per i sidewalk londinesi, una mini guida di quello che si deve e non si deve fare a Londra.

Ecco quello che devi sapere oh tu, novizio della perfida Albione!

A Londra la fila si rispetta, sempre!

londra prima volta cosa sapere skyline notte

I londinesi, ma anche gli inglesi in generale, sono molto rispettosi delle regole, soprattutto di questa. Se arrivi per primo alla fermata del bus, sali per primo. Tutti gli altri si mettono in fila dietro di te, senza eccezione alcuna. E salgono in ordine di arrivo.

Lo stesso vale per la fila per i taxi, musei ecc.

Provare a fare i furbi è inutile, verrai rispedito indietro con sguardi infastiditi. Mettiti in fila, rispetta le regole e nessuno si farà male 😉

Mance al ristorante

londra mance ristorante cosa sapere

Quando sei al ristorante, guarda bene il menù. In genere troverai scritto se il servizio è incluso o meno. In questo secondo caso, la mancia al cameriere è obbligatoria e potrai lasciarla anche con la carta di credito con la quale pagherai il conto.

Aggiungi qualcosa all’importo totale e andrà direttamente a chi ti ha servito.

In alcuni ristoranti, la mancia è obbligatoria solo se si supera un determinato numero di persone al tavolo (es. “party of six”). Anche in questo caso, dovrai lasciare la mancia.

L’importo delle mancia dovrebbe eguagliare almeno quello delle tasse (in genere il 10% del totale), ma una regola fissa non c’è. Comunque, non fate i tirchi! Nei paesi anglosassoni, la mancia è una cortesia comune, se chi ti ha servito non ha fatto casini.

Tour di Londra gratis

tour londra gratis bus

Questa è una vera chicca.

Se hai preso una Oyster Card o una Travel card, potrai salire sui bus (sì, quelli rossi a due piani), gratis. Ecco, dovunque tu sia, cerca la fermata del bus 453, direzione Marylebone. Sali e fatti il tour di Londra, gratis.

Comodamente seduti in prima fila del secondo piano di questi moderni double decker. Il 453 è in servizio 24 ore su 24 e tocca tutti i punti turistici più frequentati della capitale inglese.

Westminster, Parliament Square, Trafalgar Square, Regent Street, St. James, Piccadilly Circus, Regents Park.

Insomma, lascia stare quei costosissimi “hop on – hop off” e approfitta dei mezzi pubblici.

Fai un piano dettagliato per la visita

piano di viaggio

Non viaggiare a caso, ma fai un piano ben dettagliato per la visita.

Londra è gigantesca e i mezzi pubblici sono super efficienti ma, per andare da un posto A a un posto B, ci possono volere parecchi minuti. Non sprecare del tempo prezioso!

In base ai giorni che hai a disposizione e ai tuoi interessi, prendi una mappa, segna i punti che vuoi vedere e concentra quelli vicini nella stessa giornata.

Eviterai di perdere troppo tempo in infiniti trasferimenti e sfrutterete al meglio il vostro tempo nella capitale britannica.

Cosa fare e cosa non fare nella TUBE, la metropolitana londinese

Sii sempre “sorry” anche se non è vero

Gli inglesi adorano dire “sorry”: scusa!

Se urti qualcuno in metro, se lo sfiori mentre camminate sul marciapiede, se devi farti largo in un posto affollato: sorry! è la parolina magica. Dilla spesso, abbonda con i sorry e ti trasformerai in un local in men che non si dica.

Londra: Mangiare bene spendendo poco

londra mangiare bene spendere poco dove

Il fatto che a Londra si mangi male è un luogo comune.

Non è affatto vero, anzi. Quello che è vero è che la cucina inglese (per noi italiani) è abbastanza sconfortante, ma a Londra si mangia benissimo, se sai dove andare.

Innanzitutto approfitta dei tanti, belli e quotidiani food markets che ci sono sparsi nella città: Spitalfields Market, Brick Lane Market, Camden Town Market, Borough Market, Coven Garden Market, per citare solo i più famosi. 

Poi ci sono le catene di ristoranti finti tradizionali, di cui personalmente approfitto sempre.

I miei preferiti sono Wetherspoon e Gurfunkel’s. Sono sparsi in tutta Londra (in tutta l’Inghilterra a dire la verità, io li ho scoperti durante il mio tour in Scozia e ne ho approfittato in maniera vergognosa anche durante gli 11 giorni in Galles.

Sono buoni, tutto è cotto al momento e sono pure economici. 

Approfitta delle attrazioni gratuite

natural history museum londra gratis cosa fare

A Londra, le attrazioni gratuite, non mancano. Approfittane spudoratamente, senza vergogna e più e più volte. La capitale britannica è piuttosto costosa e tutto quello che si può fare, gratis, è ben accetto.

A partire dai meravigliosi musei londinesi, i bellissimi parchi, i giardini pensili come lo Sky Garden, il cambio della guardia davanti a Buckingam Palace,  Little Venice, il Parco Olimpico, o altre perle gratuite che non puoi proprio perdere quando sei a Londra

Londra è grande e vicina, ci tornerai!

Non farti prendere dalla fretta di vedere tutto in pochi giorni. Tanto non puoi.

Londra è enorme, immensa e ci sono migliaia di cose da vedere. Ma ha anche il vantaggio di essere vicina, ci tornerai di sicuro. Guarda me: ci sono andata per la prima volta nel 2006 e in 8 giorni ho voluto vedere tutto. Ma non ci sono andata neanche vicina! 

Ci sono tornata nel 2009, nel 2010, nel 2011 e tante altre volte. Metti un alert sui voli Ryanair e approfitta della bassa stagione e dei voli low cost.

Goditi Londra tante volte, falla diventare casa tua. Ha tanto da offrire ed è una delle città più accoglienti al mondo.

***************************************

Hai altri consigli per chi va a Londra per la prima volta?

Se ti è piaciuto, salvalo su Pinterest!

Questo post è stato scritto da:

Francesca

Francesca

La capa, dalla cui mente è nato Chicks and Trips. Senese di nascita, europea per vocazione, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza e poi l'ha appesa al chiodo sopra la televisione, tanto le stampe come complemento d'arredo vanno di moda. Passa il suo tempo a scrivere atti più o meno pubblici, fare foto e pettinare gatti. Se dovesse andare a Hong Kong, sceglierebbe un volo con scalo a Londra e un tempo di attesa di un paio di giorni, pur di farsi un giro nella città della Regina. Sogna di vincere alla lotteria e passare il resto della vita in un appartamento con camino a Mayfair. Autrice de "I Cassiopei (biografie non autorizzate) e "Storia di Biagio".

error: Questo contenuto è protetto. Puoi chiedere il permesso all\'ADMIN